Abbiamo salutato con favore 10 giorni fa https://giornalemio.it/ambiente/strade-spazzate-a-mano-prima-novita-a-matera/ l’avvio del servizio di spazzamento manuale di strade e piazze di Matera, raccogliendo dai lettori – alcuni scettici sulla continuità degli interventi- suggerimenti e osservazioni per migliorare il decoro urbano. E tra questi la possibilità che gli operatori ecologici potessero lavorare con efficacia, come liberare le strade dalle auto, una raccolta continua degli ingombranti (vecchia croce) e dei rifiuti per la differenziata come plastica, alluminio, cartone, vetro. Tutto questo in attesa che dall’8 marzo parta il porta a porta, preceduto dalla distribuzione a partire dal 1 febbraio dei mastelli come hanno ripetuto nel corso di conferenze stampa l’assessore all’igiene urbana Giuseppe Tragni e l’Ati Cns -Progetto Ambiente- Cos. Ma è anche vero che l’abbandonare in strada bottiglie di vetro e similari di certo aumenta i rischi di degrado e di atti vandalici o che qualcuno si faccia male. Quelle bottiglie non vanno abbandonate, se la campana è stracolma perchè insufficiente il prelievo settimanale, vanno chiuse e sigillate con nastro adesivo all’interno di un cartone. Basta poco, in attesa, che il servizio vada a regime. Tutto è perfettibile, come quello di evitare di abbandonare gli ingombranti. Una telefonata (consultate il sito www.comune.matera.it) una prenotazione e un numero assegnato con il giorno del prelievo. Basta poco.