Città silenziosa, con una mobilità dei veicoli ridotta allo stretto indispensabile e con tanta voglia di ripartire (se ne riparla a scaglioni dal 4 maggio) delle attività produttive. Per il turismo, dopo il silenzio seguito alla chiusura dell’anno da capitale europea della cultura e alla conseguente ‘sciagura” dell’epidemia da coronavirus, se ne riparlerà nei prossimi mesi. A patto che vengano fuori volontà e progetti concreti e credibili di ripresa, puntando su qualità, concretezza e organicità che vadano oltre le proposte di corto respiro del concetto di prossimità o della lettura di un buon libro. Nel frattempo Matera, come annuncia nella nota che segue l’assessore comunale all’Ambiente Giuseppe Tragni, sono ripresi gli interventi di potatura, sfalcio erba, derattizzazione, disinfestazione e pulizia delle caditoie. Bene.

Ma allo stesso invitiamo,e non è la prima volta che lo facciamo, al rispetto del decoro urbano in relazione all’abbandono di mascherine monouso e di guanti in lattice. Attendiamo che lo facciano anche Amministrazione comunale e aziende che gestiscono il servizio di igiene urbana.

LA NOTA DEL COMUNE

Igiene urbana, ripartono gli interventi di potatura, sfalcio erba, derattizzazione, disinfestazione e pulizia delle caditoie

Riprendono le attività di potatura degli alberi, di sfalcio dell’erba, di pulizia delle caditoie, di disinfestazione e derattizzazione in tutta la città.

Ne dà notizia l’assessore all’Ambiente del Comune di Matera, Giuseppe Tragni, che spiega: “Dopo l’interruzione dovuta ai provvedimenti emanati dal Governo per il contenimento della diffusione del coronavirus, da domani provvederemo ad avviare gli interventi di messa in sicurezza e di potatura delle alberature presenti lungo le strade e all’interno dei comprensori scolastici. Si tratta di un piano di attività programmato che recepisce le segnalazioni da parte di cittadini e di autorità di pubblica sicurezza. Il Comune ha incaricato alcuni agronomi di redigere un piano di monitoraggio e di intervento che andremo ad attuare. Sono circa 500 gli alberi interessati. Contemporaneamente – continua Tragni – è stato dato avvio ai lavori di cura del verde urbano attraverso lo sfalcio dell’erba nei diversi rioni della città e all’interno dei parchi pubblici. Entro pochi giorni la macchina tornerà a regime. Nell’ambito del contratto stipulato con il nuovo gestore del servizio di igiene urbano nel sub-ambito metropolitano Matera 1, si sta già provvedendo anche alla pulitura delle caditoie che saranno censite e geolocalizzate per consentire il monitoraggio degli interventi futuri. Contestualmente alla pulizia, viene effettuata la derattizzazione a tappeto mentre è già stato effettuato il primo intervento di trattamento antilarvale e di disinfestazione dalle zanzare e dagli insetti. In queste settimane di fermo, il Comune ha continuato a lavorare per permettere la ripartenza immediata dei servizi”.