mercoledì, 28 Febbraio , 2024
HomeAmbienteRiflessioni in corso ...E nella ''piattaforma rifiuti'' di La Martella una cittadella...

Riflessioni in corso …E nella ”piattaforma rifiuti” di La Martella una cittadella green

La lettera della scorsa estate inviata agli amministratori locali del commissario ad acta , ingegner Salvatore Margiotta, per gli adempimenti legati alla piattaforma rifiuti di borgo La Matera è lì ,e quella pratica andrebbe chiusa, di conseguenza, con la consegna definitiva dei luoghi. Ma resta aperta la possibilità, come riportato nella nota ,di poter utilizzare” l’unico settore di discarica rimasto operativo che è il V settore, per una volumetria residua autorizzata pari a circa 43.500 mc, al netto degli abbanchi di rifiuto provenienti dai settori III e IV (attività di bonifica)”. Una situazione che è oggetto di riflessione, da quanto ci ha detto l’assessore comunale all’Ambiente Massimiliano Amenta, dopo la conclusione del lungo iter della infrazione comunitaria, della bonifica dei luoghi come emerso dal sopralluogo del 28 settembre scorso https://giornalemio.it/cronaca/concluse-le-attivita-di-bonifica-della-discarica-di-la-martella/ alla presenza di amministratori comunali e regionali, tra questi gli assessori all’ambiente Massimiliano Amenta e Cosimo Latronico, alla presenza dei volontari del circolo Legambiente e di alcuni residenti del borgo e del comitato Ludovico Quaroni. ” L’impianto dopo quella giornata ,che ha sancito il superamento delle cause che avevano portato alla infrazione comunitaria -ha detto Amenta- ci verrà consegnato entro l’anno. Si stanno completando alcuni interventi e, comunque, è stato portato a termine un ottimo lavoro nell’area della piattaforma rifiuti. L’amministrazione sta effettuando valutazioni sul futuro dell’impianto, che ha dei costi che graverebbero sul bilancio del Comune e della collettività. Il costo di una eventuale chiusura raggiungerebbe circa 7 milioni di euro e altri 600.000 euri l’anno per i prossimi 30. Una cifra esorbitante, che ci imporrebbe di tagliare servizi essenziali, visto che non potremmo contare su risorse o trasferimenti regionali o, comunque, pubblici. Pensiamo,piuttosto, di utilizzare in maniera innovativi quella piattaforma, che non sarebbe utilizzata come lo è stato finora, per un ciclo virtuoso di riciclo dei rifiuti che possono diventare risorsa per la città. Quel luogo può diventare una cittadella green, innovativa, rispettosa dell’ambiente, del territorio e dei cittadini. Naturalmente – conclude Amenta-appena avremo definito percorso e progetto lo presenteremo e ci confronteremo con la città. E’ una scelta che riguarda il futuro di Matera e l’uso ottimale delle sue risorse”. Fin qui l’assessore che insiste sulla necessità di migliorare la raccoltà differenziata, dopo gli appelli delle scorse settimane. Ma si attende anche una campagna di informazione e di educazione, da strutturare e attivare, per non sprecare tempo e risorse. Conviene a tutti…Attendiamo anche questo.

LA LETTERA DEL COMMISARIO DELLA SCORSA ESTATE
SETTORE MANUTENZIONE URBANA
COMMISSARIO AD ACTA
Il Commissario ad acta
per l’esecuzione degli interventi volti al superamento della procedura di infrazione n. 2011/2215
Egr. Sindaco del Comune di Matera
dott. Domenico Bennardi
S E D E
Egr. Assessore all’Ambiente del Comune di Matera
dott. Massimiliano Amenta
S E D E
Al Comune di Matera – Settore Manutenzione Urbana
ing. Angela Lisanti
SEDE
e p.c.
Regione Basilicata
Assessore all’Ambiente, al Territorio ed all’Energia
dott. Cosimo Latronico
POTENZA
Regione Basilicata
Direttore Generale dell’Ambiente, del Territorio e
dell’Energia
ing. Roberto Tricomi
POTENZA
Regione Basilicata
Dirigente Ufficio Economia Circolare, Rifiuti e Bonifiche
ing. Canio Sileo
POTENZA
Oggetto: “Procedura di Infrazione UE n. 2011/2215 ex Art. 258 TFUE – Attuazione in Italia dell’art. 14 della
Direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti – Piattaforma integrata dei rifiuti non pericolosi sita in
località “La Martella” del comune di Matera”.
INTERVENTI AMBIENTALI URGENTI PER LA DISCARICA SITA IN LOCALITA’ LA MARTELLA NEL
COMUNE DI MATERA – CUP C16D19000020001
Richiesta informazioni su esercizio piattaforma.
Lo scrivente Commissario ad Acta per gli interventi in oggetto, giusta Delibera di Giunta Regione
Basilicata n. 1012 del 02.10.2018 e s.m.i., rappresenta quanto segue:
Pagina 2
– la piattaforma integrata di trattamento RU “La Martella” è autorizzata A.I.A. giusta D.G.R. n.
134 del 14.02.2019 e le relative attività di lavorazione e smaltimento dei rifiuti risultano sospese
a far data dal 10.12.2020;
– per superare la Procedura di Infrazione UE n. 2011/2215 avviata dalla Comunità Europea nei
confronti della Repubblica Italiana, che ha interessato anche la discarica in località La Martella
del Comune di Matera, questa Amministrazione ha dato avvio agli interventi di bonifica e
chiusura delle aree di discarica relative ai settori I, II, III, IV e tali interventi risultano ad oggi in
via di ultimazione;
– con Determinazione Dirigenziale n. 23BD.2023/D.00553 del 27 giugno 2023 dell’Ufficio
regionale Compatibilità Ambientale, è stata approvata la chiusura definitiva, a seguito di
Ispezione Finale, dei Settori III e IV della “Piattaforma Integrata di Gestione dei Rifiuti Urbani
Non Pericolosi” in oggetto, certificando di fatto la fuoriuscita dalla richiamata procedura di
infrazione UE;
– nelle prossime settimane si concluderanno i lavori previsti dall’appalto curato da Invitalia al
netto di limitate lavorazioni oggetto di proroga;
– per dicembre 2023, invece, è prevista l’ultimazione dei lavori del Lotto n. 3, ossia per la messa
in opera del capping secondo il D.Lgs. n. 36/2003 (e s.m.i.) relativamente ai settori di discarica
I e II, affidato alla soc. Castiglia Srl, già mandataria dell’ATI appaltatrice dell’intervento curato
da Invitalia;

– l’unico settore di discarica rimasto operativo è il V settore, per una volumetria residua
autorizzata pari a circa 43.500 mc, al netto degli abbanchi di rifiuto provenienti dai settori III e
IV (attività di bonifica);
– in occasione della visita ispettiva del 13.06.2023 il RUP di Invitalia ha rappresentato che “il
mandato della stessa Invitalia si esaurisce con il collaudo delle opere a cui seguirà la
riconsegna delle aree all’Amministrazione comunale di Matera, si rende necessario che
l’Amministrazione comunale medesima attivi con adeguato anticipo le pratiche
amministrative di competenza quale gestore della discarica e titolare delle relative delle
autorizzazioni”;
– lo stesso RUP, con la nota prot. 0194829 del 04.07.2023, ha provveduto ad indicare il
programma delle attività di competenza dell’Amministrazione Comunale per la presa in carico
e la conduzione degli impianti realizzati da Invitalia nell’ambito del CIS Matera;
– rilevato, inoltre, che è in fase di aggiornamento il Piano Regionale Gestione Rifiuti (PRGR);
Considerato quanto sopra esposto, si invita l’Amministrazione, nell’ottica della valorizzazione della
piattaforma di trattamento RU “La Martella” e della sua rinnovata impiantistica, nonché di una sua
gestione economicamente sostenibile, di voler comunicare le eventuali direttive con cui si intende
riattivare l’impianto stesso, specificando, in tal caso, quali saranno le attività di lavorazione, o se, al contrario, si ritiene di far cessare definitivamente il suo esercizio, con previsione, in detta ipotesi, di dover attuare da subito il piano di gestione post-operativa della piattaforma nella sua interezza (Vsettore compreso).

Cordiali saluti.
Il Commissario ad Acta
ING. Salvatore Margiotta

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti