Un presidio silenzioso nel piazzale del Comune, dopo aver effettuato il servizio quotidiano di raccolta dei rifiuti, quello dei lavoratori della Cosp Tecno Service ,per investire l’Amministrazione comunale di Matera delle problematiche che impediscono di lavorare a regime e per rispondere appieno alle esigenze dei cittadini.

E così, assistiti dai rappresentanti sindacali di Cgil (il segretario di settore Vito Maragno e della Rsu Lino Scazzariello) e Uil (rsu Alessandro Pellegrini) e per i lavoratori Domenico Ventura e Nicola Trombetta, hanno avuto un incontro con il sindaco Domenico Bennardi, l’assessore all’igiene urbana Lucia Summa e il dirigente di settore Giuseppe Gaudiano. Questioni che, da quanto riferisce la nota del Comune, saranno riportati nel tavolo di confronto periodico con la capofila Cns dell’associazione temporanea di impresa .

Servizio da potenziare e rilanciare. Lo chiedono Comune, cittadini, lavoratori, sindacati, forze politiche. Si dovrà scendere ” ma tutti insieme” nel merito delle questioni sul piano organizzativo, degli investimenti e della programmazione. Qualcosa si è già mosso con il calendorario che partirà dalle ore 5.00 e un nuovo programma di raccolta per i rioni Sassi. E poi la soluzione del precariato che rientra nell’adeguamento degli organici del servizio.

La NOTA DEL COMUNE

RACCOLTA RIFIUTI, LAVORATORI RICEVUTI DAL SINDACO BENNARDI

Questa mattina il sindaco, Domenico Bennardi, ha incontrato in municipio una delegazione dei lavoratori della Cosp Tecno Service, l’azienda che gestisce il servizio esternalizzato di raccolta differenziata dei rifiuti.

I dipendenti della Cosp hanno voluto rappresentare una serie di questioni che attengono anche all’orario di inizio del servizio, ai mezzi compattatori a disposizione, ai ritmi di lavoro, all’assunzione di nuovi dipendenti e alle condizioni in cui versa la sede aziendale.

Bennardi ha innanzitutto evidenziato “l’importanza di un lavoro che riveste i caratteri della necessità e dell’utilità, soprattutto in una fase delicata com’è quella di avvio del nuovo sistema di raccolta”.

Matera non poteva più permettersi di continuare ad ignorare che i rifiuti si devono differenziare – ha detto il sindaco – ma è il caso di ribadire che da sempre ci siamo espressi contro questo sistema, in quanto ve ne sono di più moderni ed efficienti. Dal momento che questa Amministrazione, come tutta la città, ha dovuto subire questa scelta, abbiamo il dovere di fare in modo che la raccolta funzioni nel migliore dei modi e che il personale dipendente abbia tutte le garanzie, proprio perché si adopera per il benessere di tutti. Ci stiamo impegnando affinchè l’azienda rispetti puntualmente tutti gli obblighi contrattuali, e accogliamo l’iniziativa dei lavoratori come un ulteriore motivo per esigere un servizio che sia all’altezza della città”.


All’incontro sono stati presenti anche l’assessore all’Igiene urbana, Lucia Summa, il presidente del Consiglio comunale, Antonio Materdomini, e il dirigente del settore Ambiente, Giuseppe Gaudiano.