Un Museo, il Carpini di Filiano ( Potenza), che merita di entrare negli itinerari di interesse paesaggistico particolari di una Basilicata poco conosciuta, che cela una offerta incentrata sulle pitture rupestri e sull’arte arundiana fino ad Atella. L’appuntamento è per domenica 10 novembre.

 

ALLA SCOPERTA DEL MUSEO CARPINI DI FILIANO E DEL MUSEO DELL’ARTE ARUNDIANA DI SANT’ILARIO: DOMENICA UNA VISITA GUIDATA

 

 

 

Il Touring Club Italiano Basilicata rappresentato dalla Viceconsole per la Provincia di Potenza Fernanda Ruggiero, in collaborazione con i Comuni di Filiano e Atella, la Pro Loco di Filiano, il Comitato Pro Sant’Ilario e la Protezione Civile di Filiano, propone un’iniziativa culturale e  ricettiva che coinvolgerà il territorio di Filiano e di Sant’Ilario di Atella.

 

È prevista, infatti, una visita guidata dei luoghi più significativi dei paese dal punto di vista storico-artistico: dei piccoli scrigni ancora sconosciuti ai più.

 

L’iniziativa di grande impatto culturale e turistico nasce dall’intento di promuovere il territorio di Filiano e Atella e di far sì che possa essere riscoperto in termini turistici.

 

I visitatori verranno accolti presso la contrada Carpini a Filiano. A partire dalle ore 10:00 inizierà una visita guidata che vedrà protagoniste le pitture rupestri di Filiano.

 

Prima tappa sarà Riparo Ranaldi ed a seguire il Museo Carpini. Il “Museo Carpini” nasce con lo scopo di divulgare una delle espressioni più antiche di arte narrativa scoperta in Europa, custodite nel “Riparo Ranaldi”, ed evidenziare come il linguaggio e la conseguente scrittura sia frutto anche dell’evoluzione dell’uomo. Le pitture rupestri di “Riparo Ranaldi”, rappresentano una prima forma di comunicazione che l’uomo ha utilizzato per trasmettere informazioni sul luogo e sulle possibili aspettative che il territorio poteva offrire.

 

Nel pomeriggio – dopo il pranzo facoltativo presso un agriturismo del luogo – i turisti saranno condotti al Borgo Sant’Ilario di Atella per una visita al Museo di Arte arundiana: una raccolta di opere d’arte, soprattutto sculture, del maestro Franco Zaccagnino realizzate con la canna mediterranea, la “Arundo- Donax”. Si tratta di un museo unico al mondo in quanto nasce esclusivamente dall’idea e dalle mani del maestro proprio in questo Borgo.

 

Per informazioni e prenotazioni: chiamare cell. 348.6050283 o visitare il sito www.prolocofiliano.it [1].

 

Links:

——

[1] http://www.prolocofiliano.it/