Ormai siamo a una svolta e a un momento atteso da tempo e che, dopo la fase di confronto in commissione, e poi della adozione consentirà a Matera di operare con il nuovo regolamento e del piano del verde. Se ne parlerà venerdì 15 in commissione, come riporta la dettagliata nota diffusa dall’assessore all’Ambiente Lucia Summa, che opera senza posa nonostante problemi e difficoltà di vario tipo. Ma contano i fatti e i due strumenti operativi consentiranno di voltare pagina nella storia delle gestione ”programmata” del verde fino agli aspetti operativi. E con un occhio all’innovazione, che servirà e non poco a velocizzare le procedure. Il piano,infatti, è corredato da GIS referenziale aggiornabile. Si tratta di una cartografia computerizzata con mappatura delle piante presenti e l’aggiornamento delle stesse  in itinere che permette l’individuazione di ciascuna area con i relativi confini. La primavera è vicina e la Matera verde avrà di che fiorire.

IL NUOVO REGOLAMENTO COMUNALE DEL VERDE DI MATERA ED IL PIANO DEL VERDE SUL TAVOLO DELLA 7^ COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE E SOSTENIBILITA’
IN PROGRAMMA PER VENERDI’ 15 GENNAIO.
L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE E SOSTENIBILITA’ DEL COMUNE DI MATERA LUCIA SUMMA: “Due strumenti importanti per garantire azioni efficaci ed efficienti di sostenibilità per la nostra città’ “.
Matera, 13 gennaio 2021 – E’ stata convocata per il 15 gennaio alle ore 16 la 7^ Commissione Consiliare Ambiente e Sostenibilità.
All’ordine del giorno importanti temi quali il nuovo “Regolamento Comunale del Verde Urbano Pubblico e Privato” ed il Piano del Verde Pubblico e privato.
Saranno presenti alla seduta (anche in forma telematica), il Sindaco Domenico Bennardi, la Presidente della Commissione Angela Caldarola, i tecnici redattori del Piano e del Regolamento , l’Assessore all’Ambiente e Sostenibilità Lucia Summa, il Dirigente ad interim del Settore Manutenzione Urbana, Francesco Paolo Gravina ed il Presidente dell’ Ordine Dei Dottori Agronomi di Matera e i Componenti della Commissione Presidenti dei Gruppi Consiliari.

La società HUMUS che ha redatto il Piano illustrerà il nuovo Regolamento e il Piano del Verde Urbano e privato e con il supporto del Presidente dell’Ordine degli Agronomi si renderanno disponibili per eventuali chiarimenti in merito.
Spiega l’Assessore all’Ambiente e Sostenibilità del Comune di Matera: “Il nuovo regolamento è un documento  imprescindibile per la Gestione del Patrimonio Verde del Comune, che unitamente al Piano rappresenta lo strumento che definisce lo sviluppo quantitativo-qualitativo nel medio e lungo periodo, basilare alla predisposizione di  evidenze pubbliche  che il  settore dovrà adottare, nei tempi utili più brevi, come sollecitato dai consiglieri comunali.” Prosegue: “Nel merito il Piano  del verde per la città di Matera, è stato prodotto proprio dall’esigenza di dotare il comune di un dispositivo che affianca alla rilevazione e un’analisi di dettaglio sulle caratteristiche del verde pubblico, fornendo importanti dati  per garantire un’efficace ed efficiente programmazione futura delle aree verdi del territorio comunale”.
Il provvedimento di attuazione del Piano del Verde del Comune di Matera ha un importante compito di assolvere in via prioritaria ad una funzione ecologica – ambientale per Matera ed i suoi cittadini, contribuendo in modo sostanziale a mitigare gli effetti di degrado e gli impatti prodotti dalla presenza delle edificazioni e delle attività antropiche, attraverso il perseguimento dei seguenti ulteriori obiettivi prioritari quali ad esempio la rimozione degli inquinanti atmosferici: la vegetazione urbana infatti influisce sulla qualità dell’aria locale in maniera sia diretta che indiretta, purificando l’atmosfera circostante; la difesa del suolo in quanto la vegetazione determina la riduzione della superficie impermeabilizzata, il recupero dei terreni marginali e dismessi, la riduzione dell’erosione, la regolazione dello smaltimento delle piogge, la depurazione idrica e il consolidamento dei versanti franosi.
Inoltre, il piano è corredato da GIS referenziale aggiornabile: una cartografia computerizzata con mappatura delle piante presenti e l’aggiornamento delle stesse  in itinere che permette l’individuazione di ciascuna area con i relativi confini.

“Si attiverà inoltre lo strumento di censimento del verde per tutto il territorio preso in esame e l’individuazione aree/spazi verdi per compensazione ambientale e la creazione di nuovi parchi cittadini.”

L’ASSESSORE
D.ssa Maria Lucia SUMMA