Difensore delle tecniche tradizionali ma che si affida ai social https://m.youtube.com/watch?v=n_kX-Ds8APM per denunciare perplessità sul modo di intervenire nei rioni Sassi e nel Parco della Murgia – ricordiamo- patrimonio dell’Umanità dal 1993. E così Pio Acito, zio Pio come lo chiamano in tanti, vecchia quercia dell’ambientalismo materano e dell’impegno da trincea perchè si rispettino beni ambientali e culturali, si chiede in un breve video cosa succede nella ”Chiesa rupestre di San Falcione” oggetto di interventi di riqualificazione e valorizzazione. E Zio Pio lo fa vestendo i panni e il ruolo dello sciamano della Murgia urlando ” Maledizione” ed elencando opere, tecniche e materiali ”estranei” a quei luoghi. Va bene, Va bene così? Ripete una nota canzone di Vasco Rossi. Siamo nel parco della Murgia? Nessuno ha nulla da dire. Un ” Sì” o un ”No” e, naturalmente, seguiti da un perchè…Lo sciamano non molla. Con la vicenda dell’Ospedale un altro argomento da campagna elettorale. Eredità post Matera 2019 e da covid 2019. Coincidenze?