Zio Rocco Castellano, tra una camminata e l’altra, segnala e noi raccogliamo l’invito, rivolto ad enti locali e a forze di polizia, a intervenire per quanto possibile per arginare il fenomeno e magari, con una sapiente attività di indagine, risalire ai responsabili dell’abbandono dei rifiuti. La foto di una vecchia casa cantoniera in località Mirogallo di Matera è eloquente. Quegli spazi, un tempo occupati da case cantoniere, caselli o da privati e ora in abbandono, da Jesce alla Diga di San Giuliano, dalle strade comprensoriali dirette ai Comuni, vano bonificate, murate e recintate. Il degrado si affronta anche così. E poi le onduline di amianto lungo la provinciale in contrada Papalione.

E qui siamo all’ingresso della diga di San Giuliano sul versante materano sacchi neri..