Noi avremmo fato a meno del numero 51 ed anche di tutti gli altri.” Inizia così una nota diffusa dall’associazione di volontariato civile materana in un bilancio-racconto di questa estate di fuochi che così prosegue:

“Abbiamo iniziato la campagna estiva del 2021 contro gli incendi boschivi ai primi di luglio, eravamo speranzosi ed ottimisti: l’estate precedente aveva visto e subito i danni di meno di 400 incendi su tutta le Regione Basilicata e una quindicina nel nostro materano.

Maledizione! L’Estate del 2021 ha visto la Sala Operativa Regionale gestire il contrasto ad oltre 2200 incendi in Basilicata dall’1 luglio al 16 settembre, una media di quasi trenta incendi al giorno e con un paio di giornate con più di 100 fuochi sul territorio.”

Noi del Gruppo Volontari per l’Ambiente di Matera nello stesso periodo siamo stati chiamati ad operare 50 volte sul fuoco; siamo intervenuti diverse volte con operazioni “bordo strada” con pericoloso fumo sulla carreggiata, alcune volte nel Parco della Murgia Materana; siamo stati in aree boscate di pregio attaccate sia all’interno che da fuochi accesi malevolmente nei campi adiacenti come a Santa Maria d’Irsi o alla Rifeccia-Timmari.

50 interventi per ridurre i danni e salvare alberi ed animali, correndo da Grottole a Bernalda, dalla statale 7 alla 655, da san Salvatore a Picciano, dal Guirro all’Annunziata alla Stradella.

Avremmo volentieri fatto a meno del cinquantunesimo ed invece, ancora ieri, un brutto fuoco puzzolente ai margini della Città di Matera, alla vecchia discarica di san Vito; e ieri, come molto spesso, abbiamo operato al fianco dei Vigili del Fuoco sempre imparando qualcosa, così come nel corso della estate abbiamo respirato fumazzo, abbiamo sudato e ci siamo graffiati lavorando al fianco degli ottimi operai del Consorzio di Bonifica e degli altri Volontari intervenuti.

Abbiamo i numeri: 51 interventi, 3120 chilometri percorsi, quasi 600 litri di gasolio consumati, 6 volte in officina a riparare vecchie pompe ad alta pressione che avrebbero necessità di sostituzione, 16 i Volontari per l’Ambiente coinvolti direttamente ed utilizzati nei turni ma anche molto oltre i turni settimanali e senza limiti di orario
Abbiamo potuto operare in ragione di una convenzione con la Regione Basilicata che ci riconosce 1.600€, 900€ di materiali e 1/5 del costo del carburante.”

Pio Acito, responsabile del Gruppo Volontari per l’Ambiente di Matera ha detto:Siamo stati bravi nel gestire le risorse economiche e forse chiudiamo in pari. Siamo stati bravi e nessuno dei Volontari si è fatto male durante la intera campagna AIB, avremmo volentieri fatto a meno dell’intervento n.51, così come di tutti gli altri interventi. Grazie a tutti coloro che hanno operato per contenere i danni, sentite profonde maledizioni a tutti coloro che hanno appiccato gli incendi.”