E’ la volta buona? L’Ente Parco della Murgia si è attivato di buona lena e con l’auspicio che anche cittadini, visitatori facciano la propria parte rispettando i luoghi, come ha ricordato il presidente Michele Lamacchia nella giornata inaugurale per ”Il Giardino del Silenzio”. Un’oasi di pace sotto il punto panoramico della chiesa di Sant’Agostino nel Sasso Barisano. Spazi ripuliti e tante buone intenzioni affinchè la fruibilità sia continua e in sicurezza. E l’aspetto gestionale e del senso di responsabilità sotto questo aspetto sono importanti. Ne avevamo parlato quattro anni fa il 17 aprile 2017 https://giornalemio.it/ambiente/burocrazia-casino-11-anni-per-sbloccare-gestione-rondo due anni prima dell’anno di Matera capitale europea della cultura,alla presenza dell’ex assessore ai lavori pubblici del tempo Michele Casino, dei vertici della Fondazione ”Matera Basilicata 2019” e di Legambiente, che aveva piantumato alberi ed essenze varie. Oggi il nuovo taglio del nastro, ricordando in sequenza un tentativo effettuato nel 2006 con l’Ufficio Sassi (ridotto negli anni a poca cosa, purtroppo ) e finito nel dimenticatoio, a causa di problemi gestionali.

La data del 13 ottobre dovrebbe portare fortuna e magari con quella consapevolezza in più che l’oasi di verde vanno tutelate. A confermarlo presenze diverse che possono portare collaborazioni, presenze, dal settore culturale a quello musicale e ambientale: da Giovanni Moliterni, presidente dell’associazione del cigno verde a Gigi Esposito che accanto all’emblema del Falco Grillaio, simbolo dell’Ente Parco, porta quello del sax e del jazz. Ma abbiamo incontrato anche operatori turistici della filiera e pensionati. Bene. Una mano può venire da tutti. E’ un luogo di sosta per apprezzare la bellezza dei rioni Sassi e dell’habitat rupestre, per riposarsi dopo una escursione, incontrarsi o per dedicarsi alla lettura di pubblicazioni sul territorio. E che possa essere accessibili anche a mamme con la carrozzina o disabili. C’è una rampa con fondo grezzo che porta al sottostante parcheggio. Va solo resa praticabile, con una protezione in tufo (in sintonia con i luoghi e da costo contenuto) o con una ringhiera. Tocca al Comune, a meno che non si facciano avanti privati. E non sarebbe male, che qualcuno lo facesse.

IL COMMENTO DEL PRESIDENTE MICHELE LAMACCHIA

COMUNICATO STAMPA
ENTE PARCO DELLA MURGIA MATERA INAUGURA “IL GIARDINO DEL SILENZIO”

Nella mattinata odierna l’Ente Parco della Murgia Materana ha inaugurato il “Giardino del Silenzio”, spazio verde situato in Vico Sant’Agostino (al di sotto della Chiesa di Sant’Agostino nel Sasso Barisano), recuperato e valorizzato dall’Ente al fine di consegnare alla Città un nuovo luogo di aggregazione sociale.
Il Giardino del Silenzio si pone l’obiettivo di promuovere l’attività della lettura e, a tal proposito, ospita all’interno un dispositivo in legno, realizzato artigianalmente, destinato allo scambio di libri tra cittadini.