Dal Centro Studi Leone XIII, a cominciare dal ‘coordinatore’ di tante iniziative e prese di posizione, come Pasquale Tucciariello, proprio non se la tengono quando si trovano a vedere e a commentare costi e risultati di un progetto di forestazione che impiega tot operai per ripulire pochi metri di strada e senza mostrare dinamismo in un cantiere di breve durata. Quando,invece, sarebbe stato opportuno impiegarli dove ci vorrebbe eccome presenza e operatività, per boschi, tratturi e altri luoghi ‘’verdi’’ che necessitano di manutenzione per evitare incendi o dissesti idrogeologici. E Tucciariello lo fa con una lettera aperta all’assessore regionale all’Ambiente Gianni Rosa, esprimendo rammarico e non solo, anche da elettore, per un programma di forestazione non finalizzato e nemmeno monitorato nei risultati. Per farla breve le persone gli operai forestali della vasta platea regionale devono poter lavorare, ma su progetti concreti e credibili. Serve voltare pagina anche con falce, rastrello, zappa, pala e mezzi semoventi altrimenti i nostri boschi saranno preda di incendi e di degrado. A rafforzare questa richiesta le considerazione del socioeconomista Antonio Romano che ribadisce le tre regole auree per l’efficacia dei progetti: tempi, controllo e risultati. Altrimenti si finisce nell’assistenzialismo e nello spreco di risorse.

All’Assessore Regionale Gianni Rosa

Caro Assessore, da troppi anni, in tempo di lavori di forestazione (che stupidaggine, mandare donne e uomini lungo le strade dei comuni a pulir cunette anziché nei boschi a renderli praticabili ricettivi accoglienti) assistiamo allo scempio che gruppi di nove lavoranti, particolarmente donne, mostrano senza far praticamente nulla, qualche decina di metri al giorno di pulizia assembrate in piedi a cerchio, spettacolo penoso, a dimostrare come la Basilicata e l’Italia scendono sempre più in basso, senza che impennate di orgoglio politico assecondino le ansie di riscatto e di risalita del nostro popolo. E’ proprio così destinato che non debbano esserci controlli sul lavoro e sui tempi? Si possono tenere 9 persone al giorno per due settimane al solo scopo di pulire 600 metri di strada asfaltata e poi continuare a pagarle con ammortizzatori sociali nei mesi invernali tenendole a casa? Ma vi rendete conto anche voi, amministratori di centrodestra della Regione Basilicata, che vi abbiamo votato perché si voltasse pagina attraverso cambiamenti nell’indirizzo della politica regionale? E’ tutto come prima, esimio assessore Rosa. Noi non diciamo che debbano essere mandate a casa. Noi proponiamo forme di controllo rigoroso che restituiscano dignità per le istituzioni e per loro stesse medesime.

Proposta (ma verificatene possibilità e fattibilità): assumete tutte quelle persone impegnando le stesse somme di denaro, tra retribuzioni e disoccupazioni, e assegnate a gruppi di due le strade tra boschi e dintorni e tra paese e paese, ognuno con le responsabilità di carichi di lavoro a fronte di carichi economici per l’ente pubblico. Comunque fate qualcosa, ed evitateci questi spettacoli indecenti. Grazie.
Ottobre 2020
Pasquale Tucciariello – Centro Studi Leone XIII –

Siamo nel 2020, in tempi di ristrettezze e di pandemia: dunque, ogni ente pubblico prima di investire sostanze economiche, dovrebbe avere un piano, un progetto verificabile con riscontri scritti preventivi e consuntivi. Oggi, non è possibile usare risorse pubbliche senza pretendere un RISULTATO controllato e verificato settimanalmente. Ogni investimento pubblico e privato deve avere tre dati certi: TEMPI, CONTROLLO e RISULTATI, ovvero, non si organizzano spese incontrollate e incontrollabili, ma investimenti certi che abbiano un efficace ritorno socioeconomico. È finita l’epoca di destinare a persone abili, trasferimenti economici senza pretendere l’esecuzione puntuale di un progetto. Pertanto sarebbe utile conoscere il progetto regionale “Forestazione in Basilicata” per poter valutare i costi, i benefici, l’impiego di uomini e mezzi, ed infine il RISULTATO.
Prof. Antonio ROMANO – Socioeconomista

Forestazione in Basilicata, (Centro Studi Leone XIII)