I Verdi materani propongono ai cittadini una serie di iniziative all’interno del territorio materano finalizzate alla conoscenza dei luoghi attraverso interventi di esperti che ne illustreranno gli aspetti naturalistici storici e culturali. L’idea è nata da una rivisitazione, in chiave culturale, di una nuova pratica sportiva, il plogging, che associa l’attività motoria alla raccolta dei rifiuti che si incontrano lungo il percorso. Il valore aggiunto di questo tipo di iniziativa è la possibilità, attraverso delle passeggiate, di conoscere il territorio sotto diversi aspetti per riscoprire e rafforzare il senso di appartenenza capace di trasformarsi in forza per la sua difesa e valorizzazione sotto il profilo ambientale e culturale.”

E’ quanto si legge in una nota che annuncia la prima iniziativa:

Domenica si parte con Colle Timmari di recente interessato da gravi episodi di abbandono di rifiuti.

Il raduno è previsto dalle ore 9:00 di domenica 11 aprile nei pressi della fontana al Villaggio Timmari.

Dopo aver incontrato l’associazione dei residenti, si procederà alla scoperta di un laghetto per poi salire, attraversando la querceta, fino al pianoro su cui si erge la chiesa di San Salvatore. Sullo stesso pianoro sono presenti scavi archeologici e si gode di un panorama strepitoso sulla valle del Bradano.

All’iniziativa hanno aderito i Volontari per l’Ambiente, che forniranno supporto logistico e vigileranno sul rispetto delle norme anti covid, Legambiente, UISP, Amici del Cuore e Genitori H24. Quest’ultima associazione curerà la partecipazione all’iniziativa di alcuni cittadini disabili.

Ai partecipanti si consigliano scarpe comode, borraccia, macchina fotografica, binocolo e guanti da lavoro.

Insomma una mattinata per riscoprire Colle Timmari camminando, raccontando e, se possibile, pulendo.”