Nello stabilimento di Matera i cicli produttivi non hanno mai previsto l’impiego di amianto nella produzione di cemento e nè si puo’ parlare, di conseguenza, di asbestosi polmonare ma di ”fibrosi” procurata da altre cause. E’ quanto asserisce nella nota che segue l’azienda, a commento del servizio https://giornalemio.it/ambiente/amianto-condannati-ex-dirigenti-cemensud-italcementi/.

LA NOTA DI ITALCEMENTI
Italcementi presenterà appello, ritenendo che non siano state adeguatamente presi in considerazione, fra l’altro, due aspetti fondamentali. Il primo è che, come è stato ampiamente documentato, nel ciclo di produzione del cemento, a Matera e altrove, non è mai stato utilizzato amianto. Il secondo aspetto riguarda l’ampia documentazione medico-scientifica presentata dai tre ex dirigenti e dall’Azienda e tesa a dimostrare che non si è trattato di asbestosi polmonare derivante da amianto, quanto piuttosto una fibrosi polmonare da attribuire ad altre possibili cause. Per questi motivi, la Società e i suoi tre ex dirigenti sono determinati a sostenere le proprie ragioni in ogni grado di giudizio.