domenica, 14 Aprile , 2024
HomeAmbienteCon Legambiente (tempo permettendo) 1 marzo a Cristo alla Gravinella

Con Legambiente (tempo permettendo) 1 marzo a Cristo alla Gravinella

Per i materani legati alle tradizione la gita, un tempo fuori porta, alla chiesa rupestre di Cristo alla Gravinella era una consuetudine da ripetere durante la Quaresima e oltre, imboccando la stradina che da via San Pardo e in particolare lo stretto sottopasso delle Ferrovie calabro lucane. Un percorso devozionale e un’aria di festa sul pianoro. Domani 1 marzo il circolo di Legambiente di Matera ha organizzato, tempo permettendo, una uscita verso quel luogo della memoria da preservare e valorizzare. Ci siamo stati nello scorso autunno per una iniziativa di Pro Loco per la rete lucana dei siti legati alla presenza dei Cavalieri Templari e in passato in altre occasioni, con la memoria del maestro Nunzio ‘’ Pappajoll’’ Paolicelli che aveva ospitato il regista Mel Gibson per girare alcun scene del film “The Passion’’. Oggi Legambiente ritorna sul tema della tutela e della valorizzazione, di stretta attualità per una città che continua a perdere, a causa di varianti e progetti discutibili, tanti segni del passato.

IL COMUNICATO
Legambiente promuove una passeggiata il primo venerdì di marzo a Cristo la Gravinella, partenza ore 15,30 presso il casino di campagna di Villa Longo, piazza Firenze, nel cuore del quartiere INA Casa.

Parleremo del quartiere Villa Longo, di mobilità sostenibile, attraverseremo la lottizzazione quadrifoglio e infine giungeremo alla chiesa del SS. Crocifisso della Gravinella.

E’ necessaria la prenotazione al numero 334 3830336 o tramite posta elettronica all’indirizzo legambientematera@gmail.com

C:\Users\michele.morelli\Desktop\località cristo lagravinella primadellalottizzazione quadrifoglio 1989.JPG C:\Users\michele.morelli\Desktop\venerdi marzo cristo la gravinella 1989 prima della lottizzazione quadrifoglio.JPG C:\Users\michele.morelli\Desktop\cristo la gravinella venerdi di marzo 1989 primadella lottizzazionequadrifoglio.JPG

I materani usano ancora recarsi tutti i venerdì di Quaresima, nel mese di marzo, presso la chiesa SS. Crocifisso della Gravinella. Nella cultura contadina marzo era anche un’occasione per festeggiare la primavera che da sempre è considerata la stagione della rinascita. Le giornate si allungano, la natura rifiorisce e l’inverno inizia ad essere un ricordo lontano. Il 20 marzo i contadini festeggiano l’equinozio di primavera.

C:\Users\michele.morelli\Downloads\20230428_125010_2.jpg

SS. Crocifisso della Gravinella

La chiesa del SS. Crocifisso della Gravinella a motivo, che trovasi collocata dentro un piccolo Torrente di tal nome, verso Nord-Ovest, conserva un ammirabile effigie del SS. Crocifisso delineata a crudo entro una grotta. Questa grotta fu ingrandita con nuovi fabbricati della pietà de Fedeli nel 1722. Vi si godono delle Indulgenze né venerdì di marzo da chi si reca a visitarla provvedendo ai doveri di coscienza.

Memorie Storiche profane e religiose su la Citta di Matera del reverendo D. Francesco Paolo Volpe canonico e dottore in legge – Napoli 1818

Secondo gli storici i primi affreschi presenti nella chiesa risalgono al XVI secolo, mentre sul portone di ingresso è inciso l’anno 1722, che dovrebbe corrispondere quindi all’anno della seconda edificazione. Successivamente la chiesa divenne proprietà privata della famiglia Capuano, per poi essere definitivamente ceduta alla Confraternita di Gesù Flagellato. L’atto di vendita è datato 18 agosto 1928, mentre grazie al Priore della Confraternita Nunzio Vincenzo Paolicelli la chiesa diversi decenni più tardi è stata restaurata e restituita al culto nel 1985. Ancora oggi si celebrano alcune funzioni cattoliche come la Santa Messa tutti i venerdì di Quaresima, la Via Crucis ed infine l’Esaltazione della Santa Croce, il 14 settembre. La chiesa rupestre di Cristo la Gravinella era, soprattutto in passato, una meta di pellegrinaggio molto frequentata. I fedeli si recavano a piedi nei pressi della chiesa e percorrevano in ginocchio il tragitto segnato da mattoni che porta fino all’altare, acquisendo così l’indulgenza. (wikiMatera.it)


Legambiente Matera

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti