Non bastavano il caldo africano, superiore ai 40 gradi di questi giorni, a far salire la temperatura… Ci si è messo anche un vasto incendio propagatosi , venerdì 9 luglio,in contrada Molino di Grassano (Matera), che ha procurato – come è comprensibile – non poca apprensione tra gli abitanti. Il sindaco Filippo Luberto ha seguito per tutta la durata l’evolversi della situazione. L’allarme è scattato subito con i Vigili del Fuoco allertati dal sindaco Filippo Luberto, che hanno attivato la macchina degli interventi, con numerose squadre del Corpo portatesi sui luoghi, insieme a personale del Consorzio di Bonifica, oltre a due mezzi aerei ”canadair” e a un elicottero che hanno effettuato ripetuti lanci di acqua.

Non è stato facile domare un incendio che si è propagato, in un luogo impervio, su vari versanti, alimentato dalle alte temperature oltre che dal vento. Nessun danno persone o animali, ma sono andati distrutti vari ettari di boscaglia, uliveti e quanto le fiamme hanno trovato davanti. Oltre otto ore di interventi con uomini e mezzi, che hanno operato con impegno e continuità. E’ in corso la bonifica. Con l’inevitabile considerazione, sentita e vista in altre occasioni, sui danni procurati all’ambiente e ai possibili rischi per la popolazioni a causa della irresponsabilità altrui. Ancora una volta si è rimediato. Ma resta l’invito a rispettare le regole di sicurezza, a tutela dell’ambiente e della gente.