I deputati di Articolo Uno- Mdp, componenti della Commissione trasporti – primo firmatario Vincenzo Folino- hanno presentato ieri al Governo un’interrogazione relativa alla chiusura del viadotto Marmo, che sta causando disagi agli automobilisti in transito sul raccordo autostradale Sicignano-Potenza, in riferimento alla sicurezza e all’agibilità del tracciato provvisoriamente utilizzato e allo stato dell’infrastruttura principale.

Questo il testo integrale dell’interrogazione depositata

– al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti – Per sapere – premesso che:
come si legge sulla stampa lucana, il nuovo tratto che gli automobilisti in transito sul raccordo autostradale Sicignano-Potenza sono costretti a percorrere tra gli svincoli Balvano e Vietri, a causa della chiusura del tragitto originale in conseguenza di una lesione comparsa sul viadotto Marmo (Potenza) è un coacervo di strade provinciali e comunali assolutamente impraticabili;
il raccordo autostradale, compreso tra gli svincoli vietresi situati in contrada San Vito e Cugni, è completamente chiuso, e tutto il traffico è deviato attraverso il percorso alternativo della Strada Provinciale 94 e nelle contrade vietresi, fino ad una settimana fa utilizzato solo dai mezzi pesanti. Il tutto a causa di due lesioni riscontrate su una trave del viadotto “Marmo” in direzione nord;
tantissime le segnalazioni dei cittadini, in particolare viene segnalato che in alcuni tratti di sera si viaggerebbe totalmente al buio, mentre in altri la carreggiata sarebbe particolarmente disconnessa, con la presenza di numerose buche non segnalate;
l’Anas, ente proprietario del raccordo, ha dato risposte totalmente insufficienti a giudizio degli interroganti, comunicando, per il tramite del proprio ufficio stampa: “entro metà di aprile verrà aperta al traffico una bretella di circa 600 metri, attualmente in disuso, ma sulla quale Anas sta lavorando per rimetterla in uso”:-
quali iniziative urgenti s’intendano avviare al fine di garantire il ripristino di una corretta e sicura viabilità per un tratto fondamentale al fine di garantire un pezzo della viabilità nazionale nel contesto del Mezzogiorno;
se, in particolare, s’intendano fornire maggiori dettagli in merito al crono programma di ripristino e alla tipologia degli interventi che sono stati messi in atto da Anas sui tratti di viabilità di cui in premessa.

FIRMA
FOLINO, BORDO, MOGNATO