Di seguito il Comunicato stampa dell’ACAMM che premia la difesa dei pini di Lanera, dei quali – ripetutamente su questo giornale – se n’è parlato!

Sabato 18 agosto 2018, alle ore 19.00, nella Piazza Castello di Castronuovo Sant’Andrea, in occasione della “Serata della Cultura 2018”, verrà consegnato il Premio “La difesa dell’ambiente in Basilicata”.

Il Premio, istituito da ACAMM. Rete Museale di Aliano, Castronuovo Sant’Andrea, Moliterno, Montemurro e assegnato dai Sindaci dei quattro paesi (Luigi De Lorenzo, Antonio Bulfaro, Giuseppe Tancredi, Senatro Di Leo) e dai Responsabili delle istituzioni museali (Antonio Colajacovo, Giuseppe Appella, Biagio Russo), intende mettere in evidenza quanto viene fatto, da associazioni, istituzioni, singole personalità e semplici cittadini, per la salvaguardia di un ambiente unico nel panorama italiano eppure sempre di più sottoposto a violenze e degrado che mettono in discussione la fiducia incondizionata nel progresso, nella crescita economica illimitata, e trasformano comportamenti individuali e collettivi.

Le emergenze ambientali, legate all’inquinamento e al degrado, sono note a tutti, ormai, eppure dalla rivolta di Scanzano in poi, solo nei mesi scorsi si è messa in moto la trasformazione di mentalità e comportamenti. L’ambiente è apparso per ciò che è realmente: un bene comune che sollecita risposte attuali alle sfide che pone, ad esempio, il futuro di una città come Matera. Qui, la pineta che sorge in un quartiere storico, quello di Lanera, costruito nel dopoguerra con la legge nazionale di svuotamento dei Sassi, stava per essere abbattuta per far posto, proprio nel bel mezzo del nascituro campus universitario, a una strada a doppia corsia per senso di marcia e a una mega rotonda. Un gruppo di liberi cittadini, ai quali si sono aggiunte varie associazioni e tra queste Legambiente, si è riunito e, contrastando sul campo il progetto, bloccando il cantiere anche con apposite perizie scientificamente sostenute, ha dato alla città una lezione su come proteggere un indispensabile polmone verde sottoposto a vincolo urbanistico.

Per questo atto di profonda e tuttora attiva partecipazione civica e di senso del bene comune, il più idoneo in una città che vuole presentarsi come Capitale Europea della Cultura per il 2019, ACAMM ha deciso di assegnare il Premio al Presidio di Lanera e Legambiente di Matera. Il premio consiste in un’opera di Pietro Consagra (Mazara del Vallo, 1920 – Milano, 2005), lo scultore siciliano cittadino onorario di Matera che nel 1978 costituì il “Fronte dell’Arte” per difendere l’identità dei Sassi.