Matera si prepara ad essere al centro dell’innovazione tecnologica in materia di reti mobili, grazie all’avvio della sperimentazione 5G. La città dei Sassi, infatti, è stata scelta con Milano, Prato, L’Aquila e Bari ad essere centro di ricerca, di sperimentazione e di applicazione della nuova generazione della telefonia e dell’alta tecnologia di reti mobili 5G.

La scommessa che il Ministero per lo Sviluppo Economico traccia per tale progetto, è quella di far guadagnare all’Italia insieme al resto dell’Unione Europea, un vantaggio competitivo, assumendo un ruolo guida nella definizione e nella standardizzazione della tecnologia delle reti di comunicazione. Matera sarà una delle cinque città italiane investite di tale significativa missione scientifica e produttiva, alla quale saranno chiamate le aziende, le istituzioni, le università e ogni realtà interessata del territorio.

Di questo si parlerà mercoledì 8 novembre, alle ore 17,00, all’Auditorium di Piazza del Sedile di Matera.

All’incontro, organizzato dal Comune in collaborazione con l’Università della Basilicata, con l’Università Federico II° di Napoli e con l’Università di Bari, saranno presenti per i saluti il Presidente della Giunta Regionale Dr. Marcello Pittella, il Sindaco di Bari Ing. Antonio De Caro, il Presidente della Confindustria di Basilicata Dr. Pasquale Lorusso.

Interverranno il delegato di TIM Ing. Enrico Bagnasco, il delegato di FASTWEB Ing. Andrea Lasagna, la Rettrice dell’Università della Basilicata Prof.ssa Aurelia Sole,la Prof.ssa Francesca Sogliani dell’Università di Basilicata, il Rettore dell’Università di Bari Prof. Antonio Felice Uricchio,il Rettore del Politecnico di Bari Prof. Eugenio Di Sciascio, il Prof. Giorgio Ventre dell’Università Federico II° di Napoli e il Consigliere della Svimez On.le Vincenzo Viti.

Le conclusioni saranno affidate al Sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico con delega alle comunicazioni On.le Antonello Giacomelli. Interverranno naturalmente il Sindaco di Matera e l’Assessore all’Innovazione del Comune di Matera Ing. Vincenzo Acito.

“Si tratta di una scelta coerente con la strategia di sviluppo della città di Matera – afferma il Sindaco Raffaello de Ruggieri – strategia che punta, producendo scienza, a esprimere sul territorio l’economia della conoscenza. Saranno gl’investimenti e gl’interventi di alta tecnologia e di economia digitale, a segnare il futuro della città. Se vogliamo realizzare posti di lavoro e contenere l’emigrazione della gioventù meridionale istruita e creativa, siamo pronti  alla creazione di questa colonna portante della infrastruttura digitale della città per entrare anche noi nella connettività futura e per raccogliere i relativi benefici per la nostra economia e per la nostra comunità.”

“Oggi inizia – conclude il Sindaco – a realizzarsi il nostro progetto strategico di trasformare i vicinati contadini in vicinati digitali”.