Il 5G in Italia compie un altro importante passo in avanti grazie alle nuove applicazioni lanciate oggi da TIM, Fastweb e Huawei, nell’ambito della verifica svolta dal Ministero dello Sviluppo Economico sullo stato di avanzamento del Progetto “Bari Matera 5G”, come previsto dal bando.

Si tratta di 7 servizi innovativi che danno ulteriore impulso alla sperimentazione della rete mobile di quinta generazione e che vanno ad arricchire lo scenario di utilizzo del 5G a solo un mese di distanza dalla presentazione dei primi casi d’uso di Realtà Virtuale e Realtà Aumentata.

Le nuove applicazioni interessano le frontiere più innovative della vita digitale dei prossimi anni: sanità 5.0, smart city, media, smart port e sicurezza pubblica, che vanno così ad aggiungersi ai primi servizi nei settori del turismo e Industria 4.0. presentati nel corso di una conferenza stampa in video comunicazione tra Bari e Matera lo scorso 25 maggio.

In allegato lo specifico comunicato stampa.

Bari Matera 5G: TIM, Fastweb e Huawei lanciano nuovi servizi basati sulla rete mobile di quinta generazione

Arrivano altre 7 applicazioni innovative del 5G nei settori della sanità 5.0, smart city, media, smart port e sicurezza pubblica, dopo i primi scenari d’uso presentati lo scorso 25 maggio nel settore del turismo e Industria 4.0.
Il progetto prevede un investimento complessivo di 60 milioni di euro in 4 anni, con una copertura del 75% della popolazione entro il 2018 e una copertura integrale entro il 2019.

Bari, 28 giugno 2018 – Il 5G in Italia compie un altro importante passo in avanti grazie alle nuove applicazioni lanciate oggi da TIM, Fastweb e Huawei, nell’ambito della verifica svolta dal Ministero dello Sviluppo Economico sullo stato di avanzamento del Progetto “Bari Matera 5G”, come previsto dal bando. Si tratta di 7 servizi innovativi che danno ulteriore impulso alla sperimentazione della rete mobile di quinta generazione e che vanno ad arricchire lo scenario di utilizzo del 5G a solo un mese di distanza dalla presentazione dei primi casi d’uso di Realtà Virtuale e Realtà Aumentata.
Le nuove applicazioni interessano le frontiere più innovative della vita digitale dei prossimi anni: sanità 5.0, smart city, media, smart port e sicurezza pubblica, che vanno così ad aggiungersi ai primi servizi nei settori del turismo e Industria 4.0. presentati nel corso di una conferenza stampa in video comunicazione tra Bari e Matera lo scorso 25 maggio. Questi i nuovi use cases sviluppati dal Consorzio Bari-Matera 5G con il contributo di partner di eccellenza:
Ambito Sanità 5.0. Diagnosi remota e monitoraggio dei parametri vitali e delle condizioni dei pazienti. Soluzione di telemedicina per l’assistenza domiciliare e il monitoraggio dei pazienti sviluppata con l’UOC di Ematologia e Terapia Cellulare dell’IRCCS “Giovanni Paolo II” di Bari, per fornire assistenza ai pazienti che possono essere seguiti al proprio domicilio. Il modello prevede sia la fornitura di device per la misurazione di parametri vitali presso il domicilio del paziente che l’utilizzo di un laboratorio mobile connesso 5G per l’esecuzione di esami che necessitano l’intervento di personale medico. Tale soluzione premetterà di migliorare la qualità di vita dei pazienti evitando la degenza, nonché garantire efficienza e tempestività di intervento.
Ambito Sanità 5.0. Wearable per rilevamento dello stress psicofisico: applicazione sviluppata con NTT DATA per il monitoraggio dello stato di salute degli autisti di mezzi pubblici, basata sull’utilizzo di hitoe™, un tessuto intelligente in grado di raccogliere dati sullo stato di salute della persona. La tshirt hitoe™ è in grado di monitorare in tempo reale alcuni parametri vitali, segnalando il livello di stress, e di rilevare la postura della persona. Sarà possibile in questo modo garantire la sicurezza del lavoratore che la indossa e delle persone a lui affidate.
Ambito Turismo e cultura. Graffiti for Smart city, realtà aumentata e varchi intelligenti: progetto realizzato con Graffiti For Smartcity, pensato per riqualificare spazi urbani in disuso, trasformandoli in nuove piazze e luoghi d’incontro per gli abitanti e per attrarre nuovi visitatori, attraverso l’installazione di smartwalls dotati di sensori di prossimità. Questi si collegheranno agli smartphone nelle vicinanze e saranno in grado di inviare agli utenti notifiche con informazioni su attrazioni nelle vicinanze e servizi personalizzati tra cui un applicativo che consentirà di creare opere d’arte sotto forma di graffito digitale da condividere con le altre persone.
Ambito Smart City. Smart Lighting: nuovi sistemi di illuminazione per la “Città Intelligente”. La soluzione Smart Lighting, studiata dal Consorzio con Olivetti, è un sistema di illuminazione innovativo e sostenibile che permette di minimizzare i costi dei consumi e della manutenzione degli apparati, riducendo sensibilmente l’impatto ambientale, grazie ad una piattaforma hardware e software dinamica e efficiente.
Ambito Media education e realtà virtuale. Servizi di contribuzione news in 5G: applicazione sviluppata in collaborazione con Rai Way, che dimostra come sia possibile trasferire contenuti audiovisivi live in alta definizione e con una bassa latenza sfruttando le potenzialità offerte dalla rete 5G. Il giornalista inviato sul luogo di interesse disporrà di un collegamento altamente affidabile, potrà trasmettere il proprio contributo live in alta definizione alla regia del TG e potrà comunicare in maniera ”fluida” con il collega in studio.
Ambito Smart Port e Public Safety. Sicurezza e controllo degli accessi nell’area portuale di Bari: grazie all’interconnessione delle infrastrutture portuali e di numerosi dispositivi tra cui sensori, videocamere, wearable, terminali, droni e gate trasportabili, con una piattaforma centralizzata di comando e controllo per la sicurezza e il controllo accessi sarà incrementata la sicurezza dell’area portuale, aumentandone ulteriormente l’attrattività turistica e commerciale. La soluzione è stata realizzata dal Consorzio Bari-Matera 5G con Leonardo per le componenti di sicurezza e la piattaforma di comando e controllo, Bosch per le videocamere e con il supporto dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale e degli enti addetti alla sicurezza del porto (Capitaneria di Porto, Guardia di Finanza e Polizia di Stato).
Ambito Public safety. 5G e Wearable devices: il servizio realizzato dal Consorzio Bari-Matera 5G per la videosorveglianza in mobilità è in grado di raccogliere in tempo reale i flussi video provenienti da diverse sorgenti dislocate a terra (smartphone, encoder, videocamere, action-cam), mare (encoder su imbarcazioni) ed aria (encoder e smartphone su elicotteri ed encoder/payload su droni), si tratta di un’evoluzione del servizio Public Safety già oggi impiegato dalle principali Questure Italiane.
I nuovi servizi innovativi, oltre a mostrare le potenzialità della rete 5G in termini di capacità di trasmissione, di significativa diminuzione della latenza e di direzionalità del segnale sui terminali in movimento, confermano come la collaborazione tra i vari attori coinvolti – inclusa la preziosa e attiva partecipazione dei Comuni di Bari e Matera – ed il lavoro di squadra fungano da apripista per l’elaborazione di nuovi modelli di business che rivoluzioneranno questi territori, trasformandoli in un vero e proprio laboratorio digitale.
Per ulteriori informazioni sul progetto Bari-Matera 5G consultare il portale www.barimatera5g.it.

BariMatera5G è il progetto con cui TIM, Fastweb e Huawei si sono aggiudicate congiuntamente il bando di gara del MISE per la sperimentazione della nuova tecnologia 5G nelle due città. Grazie ad un investimento di oltre 60 milioni di euro in 4 anni, Bari e Matera saranno fra le prime “città 5G” d’Europa nelle quali saranno sperimentati servizi innovativi in settori come la sanità, l’industria 4.0, il turismo, la cultura, l’automotive e la sicurezza pubblica. Il progetto coinvolge 52 partner di eccellenza, tra cui 7 centri universitari e di ricerca, 34 grandi imprese e 11 pubbliche amministrazioni. La rete 5G realizzata a Bari e Matera consentirà una capacità trasmissiva 10 volte superiore a quella del 4G e la sperimentazione metterà in campo oltre 70 use cases, determinando una radicale trasformazione dei territori coinvolti.”

TIM Press Office
+39 06 3688 2610
timpressoffice@telecomitalia.it
Ufficio Stampa FASTWEB
Lisa Di Feliciantonio
+ 39 06 50860813
lisa.difeliciantonio@fastweb.it

Ufficio Stampa Huawei
Enrica Banti
+39 02 39994000
enrica.banti@huawei.com