E se Matera 2019, con un logo ad hoc, potesse servire ad attirare sponsor e investimenti privati a sostegno di società e discipline sportive? Potrebbe essere una soluzione alla diffusa situazione di crisi, finanziaria, di tante discipline.

E già perchè i turisti arrivano, con soddisfazione della filiera ricettiva e della ristorazione, ma imprese e imprenditori che investano sul brand ”Matera 2019” ancora no. Il nodo va affrontato con concretezza e senza preclusioni di sorta, recuperando il tempo perso.

Giriamo la proposta a quanti, con maggiore sensibilità di altri, hanno capito da tempo e sono in grado di affrontare le politiche di marketing. Del resto il quadro delle defezioni sportive è desolante, come dimostrano le note che pubblichiamo più avanti. Prima le squadre di pallavolo femminile e maschile, poi l’Hockey su pista (con una recente iniziativa di ripresa) , il rugby che per vivere deve limitarsi alle giovanili e in assenza di un campo dove allenarsi e disputare le gare, e ora il calcio a 5 con presidente costretto a smantellare la squadra perchè senza sponsor non ce la fa, senza dimenticare le difficoltà dell’Olimpia Basket che per motivi finanziari ha preferito iscriversi in serie B.

A conti fatti solo la squadra di calcio del Matera, che ha un presidente mecenate, va avanti a vele spiegate. Per il resto (pensiamo al Torneo di calcio under 16 ” Gaetano Scirea” che si disputa per gran parte fuori regione ) si campicchia con tanti sport amatoriali, dal ciclismo al tiro con l’arco…che tirano la cinghia. A meno che Matera 2019 non faccia brillarre la sua stella, con un logo ad hoc.

Dibattito sospeso, per le note polemiche, ma le risorse vanno sfruttate… Ricordiamo i fasti della Pvf Matera di pallavolo femminile sponsorizzata dal marchio Parmalat.

Nico Taratufolo

IL REAL TEAM MATERA C5 COSTRETTO A SMANTELLARE LA SQUADRA

Desolazione e sconforto in casa Real Team Matera C5. Nella serata di ieri il presidente Nico Taratufolo ha radunato la squadra per rendere partecipi i calcettisti del momento difficile, o meglio tremendo, che sta vivendo la società. Le promesse non mantenute da parte di alcuni sponsor hanno costretto il massimo dirigente a concedere il via libera ad ogni atleta tesserato, per mancanza di fondi da investire nel corso di questa stagione.

Una problematica sorta all’indomani di promesse, diverse quelle ricevute, non mantenute da parte di partner importanti per il progetto che vede il Real Team Matera C5 impegnato, nella stagione in corso, nel secondo campionato nazionale per importanza, la serie A2 nel girone B. Una batosta, che non ha lasciato altri margini di azione al presidente Taratufolo, che viste le condizioni economiche molto sfavorevoli, rispetto agli impegni presi inizialmente (in base al budget scaturito dai contatti intercorsi in estate e per i mesi successivi), ha dovuto prendere decisioni drastiche.

La realtà, in questo momento, infatti, non permette assoluto margine d’azione per la società materana, da oltre trent’anni impegnata nel mondo del futsal e da circa venti stagioni in campionati nazionali, tra serie A2 e serie B, senza mai mancare ad un appuntamento o ad un pagamento di emolumenti. Una scelta che lascia sconforto e desolazione, ma che non aveva altre vie di fuga se non quella di rendere le armi nei confronti degli atleti che svolgono il loro mestiere, magari anche a migliaia di chilometri da casa.

Per questo motivo, con molta onestà, Nico Taratufolo si è rivolto ai suoi ragazzi senza nascondere nulla, lasciando ad ognuno di loro la decisione e la scelta di accasarsi dove meglio credono per il proseguo di campionato, ovviamente non appena il mercato sarà riaperto.

Nello stesso tempo, il massimo dirigente del Real Team Matera C5, non volendo mancare al suo impegno nei confronti della Divisione Calcio a 5 e delle altre società impegnate nel campionato di serie A2, ha deciso di proseguire la sua attività, dando spazio ai giovani del vivaio, che rispetteranno gli impegni presi e continueranno a scendere in campo per onorare il campionato sino alla fine. Fermo restando la possibilità, qualora qualche imprenditore locale e nazionale voglia intraprendere una strada al fianco del Real Team Matera C5, di poter completare la stagione con forze fresche e il massimo impegno possibile.

Intanto, a scendere in campo saranno i ragazzi dell’under 21 e forse, nella prossima trasferta, anche alcuni dei seniores tesserati, che vorranno dare il loro ultimo apporto alla causa del Real Team Matera C5 con attaccamento alla maglia e grande disponibilità.

Intanto, da ieri, ognuno dei ragazzi è libero di trovarsi una nuova sistemazione, che sarà ufficializzata alla riapertura del mercato, a dicembre 2016. La società ha dato disponibilità e libertà, infatti, ad ognuno degli atleti, di trattare il proprio trasferimento nella meta prescelta senza alcun vincolo.

Matera, 26/10/2016

hockey 1

L’ASSESSORE MASSIMILIANO AMENTA E IL CAPOGRUPPO DI “MATERA SI MUOVE”, ANGELO BIANCO
HANNO INCONTRATO LA PRESIDENTE E I VERTICI DELL’HOCKEY CLUB MATERA ASD

Un incontro nel corso del quale sono stati affrontati i temi principali per promuovere e valorizzare un settore come quello dell’hockey e per mettere a valore le potenzialità di questa disciplina sportiva.
Sono stati questi alcuni degli aspetti affrontati nel corso della riunione che l’assessore allo Sport, Massimiliano Amenta e il capogruppo di “Matera si muove”, il consigliere Angelo Bianco hanno avuto con la presidente dell’Hockey Club Matera Asd, Loredana Manicone, e i componenti della società nata recentemente.

La riunione è stata utile per concentrare l’attenzione su alcuni elementi, fondamentali secondo la società, per garantirne l’operatività a cominciare dalle infrastrutture disponibili.
Attualmente, alla società sono iscritti 40 ragazzi ai quali, ha spiegato la presidente Manicone, vanno garantiti gli strumenti adeguati per poter svolgere questa attività sportiva nelle condizioni più adatte.

Massima disponibilità è stata garantita dall’assessore Amenta e dal consigliere Bianco che hanno sottolineato l’azione che il Comune sta mettendo in atto nel settore sportivo e che punta a valorizzare tutte le realtà che operano in questo settore e che contribuiscono in modo significativo alla crescita dei ragazzi, avvicinandoli a discipline in costante sviluppo.

Matera, 27 ottobre 2016