E con il numero 93 , alla Milano-Taranto,c’è anche un materano . E’ il nostro Giuseppe Giura Longo, in sella a un Moto Guzzi Airone sport da 250 cc del 1958. Guarda caso, a giudicare da quanto riportato nella brochure della classica storica per moto d’epoca, con un anno in più rispetto al proprietario ,fiero di inforcarla,e di partecipare ormai alla sesta volta della grande rievocazione su due ruote.

” Ormai partecipo dal 2010 – dice Giuseppe, che indossa rigorosamente tuta e casco. Ho comprato la ” Guzzi” oltre 20 anni fa e ne vado fiero. La partecipazione alla Milano Taranto è una passione e un evento indescrivibile. Bisogna esserci per capirlo. E poi è bello ritrovarsi con appassionati di altre regioni o Paesi, che come te apprezzano le prestazioni di moto pensate in media oltre 50 , 60 anni fa e senza l’ausilio dell’elettronica. Rumorose? Pesanti e dai consumi d’altri tempi? Ma no. Quanto ai motori emetteno suoni per chi sa ascoltare lungo itinerari, come quelli della Basilicata, tra curve, saliscendi e paesaggi unici”.

Giuseppe Giura Longo si è imposto nella sua categoria in due edizioni e attende che l’antico detto …porti al terzo successo. Se non quest’anno nel 2019, certamente. Glielo auguriamo.

E’ l’anno della cultura…motoristica d’epoca. Un invito agli appassionati a mettere a punto le nonne su due ruote, che hanno ancora tante storie da raccontare sulla Milano -Matera – Taranto.