Se non è la lista della spesa …pubblica poco ci manca e quella dei vitalizi e della reversibilità di ex amministratori e consiglieri regionali della Puglia raggiunge il terzo posto in questa “invidiata’’ classifica del BelPaese.  L’antipolitica ci sguazza e punta il dito. Nino Sangerardi li mette tutti i riga con nomi noti e meno noti. C’è anche un lucano e poi tanti ex presidente e amministratori. L’emolumento parte dal compimento del 60° anno di età e a patto di aver versato almeno cinque anni di contributi. Una inezia…se confrontata con la situazione paradossale creata dal governo Monti e della legge Fornero. Non bastano contributi ultratrentennali e anzianità ultrasessantenni. Altro che vitalizio…

 

 

Regione Puglia,15,4 mln euro per vitalizi e reversibilità(anno 2018)

 

Nino Sangerardi

 

Notevole la cifra che la Regione spenderà,anno 2018, per la corresponsione di assegno vitalizio o  reversibilità : 15.400.000,00 euro.

Denaro che spetta agli ex consiglieri regionali e loro vedove in base alla Legge regionale n.8 del 2003.

L’emolumento mensile decorre dal 60 esimo anno d’età purchè abbiano versato i contributi obbligatori per almeno 5 anni. Il comma 2 dell’articolo 8 prevede che, per ogni anno di contribuzione oltre il quinto, l’età richiesta è diminuita di un anno con il limite di 55 anni.

La Puglia a livello nazionale si piazza al terzo posto nella classifica “spesa per vitalizi” : Sicilia prima con 18 milioni di euro e Lazio seconda con 17,5 milioni.

Secondo il dossier stilato dal Centro studi itinerari previdenziali il vitalicius pugliese è il più ricco d’Italia. In media si attesta sui 77 mila e 987 euro all’anno,seguito da Lazio(63 mila) e Sicilia(60 mila), e i meno costosi fissati da Emilia Romagna(32 mila) e Toscana(26 mila).

Dentro la Regione Puglia non vige il divieto per quanti,legittimamente, cumulano più indennità pensionistiche. Ad esempio all’ex presidente della Giunta regionale Nichi Vendola toccano 5.608,47 euro lordi mensili per la sua presenza in Regione dal 2005 al 2015 e 4.985,00 lordi mensili in quanto ex parlamentare di Rifondazione Comunista, l’imprenditore di Noci(Bari) Nicola Fusillo percepisce tremila euro da ex deputato e 4.458,00 quale ex consigliere regionale,il lucano Salvatore Mazzaracchio di Forza Italia ex assessore regionale alla Sanità pugliese riscuote il vitalizio di 4.455,69 euro  e 2.600,00 euro per essere stato in Parlamento,Giuseppe Cosimo Sgobio euro 5.055,80 dalla Regione Puglia e 2.504,00 avendo ricoperto al carica di deputato.

La norma pro vitalizi è stata abolita dal Consiglio regionale d’Apulia nell’anno 2012,diventata operativa dal 1° gennaio 2013.

A quanto ammonta la rendita vitalizia mensile lorda?

Ecco : 11.375,57 euro per 15 anni di legislatura,9.100,45 per 13 anni, 8.215,68 per 10 anni e 4.322,14 per 5 anni.

Qui l’elenco,ultimi dati disponibili al 30 aprile 2016, degli aventi diritto al vitalizio.