E’ una certificazione di morte, ad appena dieci anni dalla nascita, di quel partito voluto da Prodi, creato con tanta enfasi ed aspettative e  schiantatosi alla Leopolda Renziana, a spingere sempre più militanti ed esponenti istituzionali e di partito a lasciare il PD.

Così come si legge anche nella lettera di dimissioni della consigliera comunale di Policoro  Teresa Carretta (“il Partito Democratico a cui io, insieme agli altri, avevamo dato vita nel 2007, non esiste più”) da cui trasuda tutta la delusione di aspettative mancate da parte di un soggetto ora completamente snaturato dalla sua occupazione renziana.

La Carretta, segue di qualche giorno la medesima decisione di Gianluca Marrese e si aggrega anch’essa nella nuova formazione guidata dal Roberto Speranza le cui fila, soprattutto in terra lucana, si stanno infoltendo sempre più.

Ecco il testo integrale della lettera d’addio.

Alla segretaria del circolo Pd di Policoro ADELE D’AGOSTINO
– Ai componenti del comitato Direttivo del circolo Pd di Policoro

OGGETTO: dimissioni dal Partito Democratico.

“Cara segretaria, con la presente, comunico a te ed agli altri dirigenti del circolo di Policoro la mia irrevocabile decisione di dimettermi dal Pd e di aderire ad Articolo Uno- Movimento Democratico e Progressista.

Questa decisione, per quanto sofferta, è necessaria, avendo maturato la convinzione che il Partito Democratico a cui io, insieme agli altri, avevamo dato vita nel 2007, non esiste più.

Allora fui spinta a credere nel PD, impegnandomi per la sua costituzione ed il suo radicamento nella realtà policorese, condividendone i valori fondanti: democrazia, uguaglianza, meritocrazia e unità d’intenti per la crescita del Paese.

Oggi, purtroppo, sono costretta a constatare che il PD non rappresenta più il luogo di sintesi delle tradizioni riformiste che lo avevano fondato e si presenta sempre più con distacco dalla popolazione e dall’elettorato. Per mantenere fede ai valori in cui ho sempre creduto nel mio impegno politico e nei quali credono le persone a me vicine, ho deciso, dunque, di lasciare il PD.

Per restare coerente con questi valori, a cui ho ispirato la mia vita e con cui ho connotato il mio modesto contributo politico, continuerò ad impegnarmi e battermi per quello in cui credo, una politica moderna e attenta alle istanze della società civile e che oggi ritrovo nello spirito con cui è stato costituito Articolo Uno – MDP, un movimento che si richiama anche nella sua denominazione all’articolo 1 della Costituzione e che rappresenta una forza politica limpidamente riformista, che intende assegnare priorità ed affrontare concretamente le delicate tematiche del lavoro, dell’uguaglianza e della democrazia.

Questo mio nuovo percorso politico l’ho condiviso con tanti amici, che insieme a me contribuiranno alla costituzione del Movimento Democratico e Progressista nella peculiare realtà di Policoro, attraverso il quale intendiamo condividere e portare avanti significative proposte politiche su fondamentali temi quali l’ambiente, i diritti civili, l’integrazione, la non violenza.

È una scommessa per riavvicinare le molte persone deluse alla buona politica.

Nel ribadire che resta immutato il mio convinto e leale sostegno all’azione del Sindaco Mascia e della giunta che ne coadiuva l’azione amministrativa, saluto con immutata stima e senza alcuna forma di rancore te e gli altri componenti del comitato direttivo del Pd di Policoro, nella consapevolezza che sul percorso della buona politica, della sana gestione amministrativa e della costruzione di un futuro migliore per la nostra città sicuramente le nostre strade s’ incroceranno nuovamente.”

Teresa Carretta- consigliere comunale