Con un comunicato stampa, l’eurodeputato M5S Piernicola Pedicini, svela di aver scoperto l’acqua calda. Ovvero, che “con Polese i fratelli Pittella si sono impossessati in via definitiva e totale del PD lucano. Un PD in decadenza, ma sempre forte, spregiudicato ed arrogante”.

Ed eccolo, Pedicini, chiedersi retoricamente:Il giovane Mario Polese è il nuovo segretario regionale del Pd della Basilicata. Perché è diventato segretario? Per delle straordinarie battaglie a favore dei lucani? Per l’impegno garantito nel corso degli anni al servizio del partito? Per delle importanti attività istituzionali svolte come consigliere regionale?”

Fattasi la domanda, l’eurodeputato pentastellato, si da -marzullianamente- anche la risposta:Da quanto ci risulta, niente di tutto questo. La questione è molto più semplice: è stato scelto da Gianni e Marcello Pittella. Con Polese, i fratelli Pittella si sono impossessati in via definitiva e totale del Pd lucano.”

Non contento di aver svelato ciò che nessun lucano aveva osato lontanamente immaginare, ecco Pedicini affondare ulteriormente il coltello nella ferita:Un Pd super renziano, in decadenza anche in Basilicata, ma ancora forte e ramificato. Un Pd ancora più colluso col centrodestra e tutto arroccato sulla mera gestione del potere. Un Pd sempre più spregiudicato e senz’anima, con tenaci, arroganti e profondi tentacoli nei meandri oscuri e palesi della società lucana (avete visto gli immigrati che sono andati a votare e l’altissimo numero dei candidati che sostenevano Polese…). Un Pd che, ora più di prima e solo sulla carta, dovrebbe competere con gli Speranza, i Bubbico e i Folino che hanno fondato l’Mdp.”

Per poi concludere sconsolato:Su Mario Polese, invece, che possiamo dire: nulla, zero assoluto. Lo possiamo solo ricordare quando affermò che una mucca inquina più di un pozzo petrolifero!”

Per quanto ci riguarda, ricordiamo in propoisto il famoso “Polese chi?” di foliniana memoria, come anticipazione degli eventi di questi giorni (http://giornalemio.it/cronaca/polese-chi-lapprendista-stregone-pittelliano/)