In rete circola da tempo l’elenco dei parlamentari che avrebbero votato contro l’abolizione dei vitalizi per indicarli, nelle intenzioni degli autori e dei “condivisori”, al pubblico ludibrio. Nell’elenco è finita anche la parlamentare materana Maria Antezza del PD che smentisce quella che definisce una “fake news”, stigmatizzando nel contempo l’atteggiamento del M5S individuata come fonte della notizia circolante.

A nome del M5S, interviene sull’episodio Antonio Materdomini -consigliere comunale nella Città dei Sassi, il quale smentisce che il movimento grillino abbia mai diffuso tale notizia.

Ecco di seguito, la nota di Maria Antezza e a seguire quella di Materdomini.

La deputata Maria Antezza smentisce una “fake news” del Movimento 5 Stelle condivisa su facebook anche dal materano Emanuele Giordano che riporta i nomi dei parlamentari che hanno detto NO all’abolizione del vitalizio. Di seguito le precisazioni di Maria Antezza su fake news relative ai vitalizi, precisazioni.

Alle amiche ed agli amici, alle elettrici e agli elettori di Basilicata, per correttezza di informazione e amore di verità, reputo opportuno rendere note alcune precisazioni.

Non sono utente del famoso social network, ma sono stata informata da numerosi amici che me lo hanno prontamente segnalato, che su Facebook dai primi giorni di agosto circolano alcuni post che riportano un messaggio, di provenienza M5S, dal titolo “ecco i nomi dei politici che hanno detto NO all’abolizione del vitalizio”. Tra questi uno, di cui allego lo screenshot, in cui viene aggiunto “C’è pure Maria Antezza”, senza alcuna verifica preventiva della veridicità di tale affermazione.

La Camera dei Deputati il 26 luglio 2017 ha approvato la Proposta di Legge Richetti (Pd) “Disposizioni in materia di abolizione dei vitalizi …” (ora all’esame del Senato) e la sottoscritta On.Maria Antezza ha votato favorevolmente per la Abolizione dei Vitalizi. (cfr. Voto finale n.55 seduta Aula di mercoledì 26 luglio 2017, atti Camera consultabili online).

Siamo oramai abituati alle fake-news, ma al contempo meravigliati che non si effettuino verifiche sulle notizie diffuse tramite i social network prima di ripubblicarle.

La notizia postata dai grillini e ripresa in questo post fa riferimento ad una Mozione del M5S del settembre 2013. Si potrebbe dire “abbastanza vecchiotta” e tesa a disinformare i cittadini.

Per concludere: con la proposta di legge Richetti (PD) approvata alla Camera il 26 luglio 2017 i vitalizi vengono definitivamente aboliti ed io ho votato favorevolmente insieme a tutto il Partito Democratico.

Ringrazio tutti gli amici e gli elettori che mi hanno riferito di questa falsa notizia.

Sono inoltre fiduciosa che saranno, dopo questa mia nota, apportate le giuste correzioni a tali post, evidenziando la chiara ed ufficiale posizione politica da me espressa con un voto ufficiale dato ad una proposta di legge sul tema in oggetto.”

NESSUNA FAKE NEWS DIFFUSA DAL M5S, A MARIA ANTEZZA CHIEDIAMO COSA HA VOTATO SU SBLOCCA ITALIA E RIFORMA FORNERO

“Nessuna “fake news” diffusa dal Movimento 5 Stelle sulle votazioni in parlamento per l’abolizione dei vitalizi.
Al contrario di quanto affermato tramite una nota stampa dalla deputata materana Maria Antezza, nessun canale ufficiale del Movimento 5 stelle ha diffuso in questi giorni il testo, per giunta del 2013, a cui fa riferimento nel suo comunicato; né tantomeno lo screenshot da lei indicato può essere ricondotto al Movimento 5 Stelle, dato che il cittadino che ha condiviso il post non è in alcun modo titolato a parlare a nome del M5S.

Inoltre come sa, o dovrebbe sapere benissimo la deputata, nel M5S gli unici autorizzati a poter esporre posizioni ufficiali sono i portavoce, i rappresentanti istituzionali ed esclusivamente i canali ufficiali.

Prendiamo atto con meraviglia che si è tentato di processare un intero movimento politico che ha fondato buona parte della sua comunicazione proprio sul web, sapendo benissimo che la capacità di smentita rispetto a fake news è praticamente inevitabile.

Cogliamo l’occasione invece per chiedere alla deputata Antezza in che maniera ha votato rispetto a provvedimenti come il decreto “sblocca Italia” o la legge Fornero. Restiamo in trepidante attesa per le risposte ai quesiti posti, aggiunge Antonio Materdomini.

Sappiamo che si avvicinano le elezioni politiche e che qualsiasi occasione sarà colta per tentare di delegittimare la prima forza politica d’Italia, ma questi tentativi maldestri non fanno altro che testimoniare la paura della vecchia classe politica che i cittadini possano riappropriarsi delle istituzioni e mandarli a casa.”

Antonio Materdomini
M5S Matera