Trenitalia e la Regione Basilicata si diano una mossa e risolvano l’impraticabilità di fatto della stazione ferroviaria di Ferrandina per i disabili a causa dell’assenza del Punto Blu.

E’ la sollecitazione che giunge dal segretario cittadino materano del PD Cosimo Muscaridola con il comunicato che pubblichiamo a seguire in cui vi è l’invito esplicito all’assessore regionale al ramo (anch’esso del PD) Carmine Miranda Castelgrande ad impegnarsi “in tempi rapidissimi” per risolvere il problema “recuperando il tempo perduto“.

COMUNICATO STAMPA

“Grande è la sorpresa e lo stupore di fronte all’inerzia di Trenitalia e della Regione Basilicata circa l’impossibilità di acquistare biglietti online per i posti dedicati ai disabili nei treni in partenza dalla stazione di Ferrandina e di utilizzare il treno in partenza dalla stazione lucana per la grave mancanza del Punto Blu di assistenza ai cittadini disabili.

Per poter comprare il titolo di viaggio online come normalmente fanno tutti i cittadini è necessario attivare i servizi di assistenza dedicati ai disabili, totalmente assenti nella stazione di Ferrandina, priva di Punto Blu di assistenza, e presenti invece solo nelle principali stazioni ferroviarie italiane.

Ferrandina dunque non è tra queste e così per un disabile della provincia di Matera risulta praticamente impossibile utilizzare il treno Frecciarossa.

E’ una grave discriminazione nei confronti dei cittadini con disabilità motorie che penalizza l’utenza lucana e non permette a tanti diversamente abili di utilizzare il treno come mezzo di trasporto.

Il problema si pone anche per quelle persone che decidono di raggiungere Matera in treno. Se non esiste assistenza nella stazione di Ferrandina come si può assicurare ai disabili il diritto di utilizzare il treno Frecciarossa per raggiungere la capitale europea della cultura nel 2019 con il mezzo su rotaia?

E’ una situazione inaccettabile di cui Trenitalia e la Regione Basilicata, da tempo sollecitata sul problema, devono farsi carico. Evidentemente il governo regionale è poco sensibile ai problemi dei disabili, visto che sono stati opportunamente coinvolti prima l’assessore Benedetto e poi Castelgrande.

Il problema va risolto o permettendo alle persone con disabilità di acquistare i biglietti specificando che non potranno godere di assistenza da parte del personale di Trenitalia o, in alternativa, attraverso l’attivazione delle Sale Blu in tutte le stazioni ferroviarie italiane.

E’ una questione di civiltà che va affrontata in tempi rapidissimi.

L’auspicio è che l’Assessore regionale al ramo si impegni con fermezza alla risoluzione del problema, recuperando il tempo perduto”.

Matera, 10/08/2018

Il Segr. Pd Matera
Cosimo Muscaridola