Detto, fatto e con la puntualità di un orologio lucano…che continua a battere periodicamente i tempi per tutte le cose che non vanno o che vengono rappresentate sul teatrino (o set, visto che film e corti vengono girati a tutto spiano) della politica. E così Maurizio Bolognetti, candidato presidente dei Radicali Lucani, sostenuto da sottoscrizioni e attestazioni, ha cominciato uno sciopero della fame per denunciare il ”silenzio” o quasi su questo suo impegno per la Basilicata che verrà, l’anno prossimo, nel futuro consiglio regionale. E la cosa ci ricorda alcune Tribune politiche con la presenza provocatoria di Marco Pannella e altri con tanto di bavaglio e un cartellone, inquadrato per tutta la durata dello trasmissione che spiegava i motivi della protesta. Altri tempi. Maurizio Bolognetti, che non ha certo messo da parte megafono, carte e cartelloni, utilizza e parecchio i social con tanto di aggiornamenti in diretta. E stamattina ci ha salutati con la consueta provocazione.
“Siete pronti -scrive-per il grande show delle regionali 2018-2019? Ce ne stanno fornendo un primo assaggio. Abbiamo iniziato con la farsa sul presunto “Punto zero” a Tempa Rossa. Ne vedremo delle belle”. E sentiremo, naturalmente, insieme agli aggiornamenti sullo stato di salute del presidente candidato…