Bene l’annuncio del presidente del Consiglio Gentiloni di puntare sull’occupazione giovanile, ma resta prioritaria la scelta di politiche a sostegno degli over 50”.

E’ quando sostiene in un comunicato stampa il consigliere regionale del PD Piero Lacorazza che prosegue: “L’annuncio del presidente del Consiglio Gentiloni, che ha indicato l’obiettivo di puntare sull’occupazione giovanile con i provvedimenti della prossima manovra finanziaria, conferma la validità della nostra strategia e delle proposte avanzate in Consiglio regionale sui temi del lavoro”, auspicando  “che anche in Basilicata riparta quindi al più presto il confronto con le parti sociali e si metta al centro il lavoro, con una attenzione particolare al destino sociale degli over 50”.

A suo parere “le politiche attive del lavoro devono essere integrate, mettendo insieme le misure annunciate dal Governo nazionale per i giovani e le proposte da noi presentate in Basilicata a sostegno di ‘Industria 4.0’ e di una migliore relazionecon lafiliera formativa e il rafforzamento dell’alternanza scuola lavoro. Ma oltre a guardare ai giovani resta prioritaria la scelta di politiche a sostegno degli over 50, ed in particolare di quanti, come emerge dai dati Istat, spesso esclusi o messi ai margini del mercato del lavoro, sono troppo giovani per la pensione ma faticano a trovareuna nuova occupazione”.

Una fascia d’età, quella degli over 50 – prosegue Lacorazza –,dove si registra il rischio maggiore di povertà e si rischia di scaricare sui figli tale condizione sino a negare il diritto allo studio. Per questo abbiamo proposto una ‘dote finanziaria’da inserire in un piano articolato ed integrato di interventi, che va dalla mobilità all’accompagnamento per i pensionati precoci. Un piano che tenga conto di forte stimolo per le imprese ad assumere un over 50 sino al coordinamento fra la misura del reddito di cittadinanza regionale e quella del reddito di inclusione avviata a livello nazionale.Crediamo, inoltre,che questafascia di età possa ancora trovare opportunità nel settore dell’edilizia che vorremmo fosse rilanciato con un nuova ‘219 green’: dalla messa in sicurezza del territorio, alla viabilità fino ad un vero e proprio piano casa green, che sarebbe anche una risposta al mondo delle imprese e delle professioni”.

Il positivo annuncio di Gentiloni– conclude Lacorazza – obbliga quindi ad una riflessione più attenta anche sugli over 50, poiché le imprese, a seguito degli incentivi fiscali ipotizzati in queste ore, potrebbero essere ancor più spinte ad assumere i giovani. E non possiamo dimenticare in questa fase chi è rimasto escluso per effetto della crisi degli ultimi anni”.