Matera 2019, Zona economica speciale, petrolio, acqua, energia, servizi, trasporti, università e tutto quello che la Basilicata chiederà o di cui ha bisogno troveranno la Puglia disponibile, come accaduto in passato per la vicenda ”No Triv” , Eipli e in altre situazioni nelle quali è stato richiesto il nostro apporto. Michele Emiliano,presidente della regione Puglia, e a Matera a sostegno della candidata alla segreteria regionale  Vittoria Pertusiello, ribadisce ancora una volta la disponibilità della Puglia a fare rete con la Basilicata, come è auspicabile si possa fare con tutto il Mezzogiorno. ” Divisi – commenta Emiliano- siamo deboli e i problemi restano irrisolti, a vantaggio di altre aree del Paese. Non abbiamo mire  di invadere la Basilicata, come pensa qualcuno, ma il contrario con le tante risorse e le specificità di questa terra. Lo dico al presidente della Regione Marcello Pittella, con il quale ho spesso interloquito e risposto prontamente, in tutte quelle situazioni in cui è stato richiesto il nostro apporto e continueremo a farlo. Potete disporre di tutto…quello che è nostro è anche vostro dagli aeroporti, ai porti, all’innovazione ai servizi. Dico la verità. Chiedete, mettetici alla prova e faremo la nostra parte come in passato. Stiamo allentando tutto quello che riguarda Tempa rossa, per l’oledotto. Di certo non faremo la guerra. Insieme, lo ripeto siamo più forti”. Poi il discorso si sposta sulle primarie con un invito, argomentato, a puntare sulla ” Vittoria”  del Pd con il sostegno alla candidata Pertusiello ”segno di un cambiamento” e di una svolta che i sostenitori sperano giunga alla vigilia dell’anniversario del 4 dicembre…quando il segretario del partito Matteo Renzi incassò la sconfitta al referendum sulle riforme costituzionali,seguita dalle sconfitte alle amministrative. I giochi sembrerebbero fatti…ma nel segreto dell’urna, aperta al voto anche di non iscritti al Partito democratico, tutto può succedere. Forse, viste le aspettative e gli accordi più o meno palesi in vista delle candidature e per altre posizioni da campagna elettorale.Non resta che attendere i risultati dell’urna. La candidata Pertusiello ha fatto riferimenti a incontri in altri luoghi (sedi assessorili , uffici ecc) e Pietro Lacorazza, attento agli sviluppi della questione petrolio, ai veri problemi della Basilicata,anticipando quello che potrebbe accadere dopo le elezioni con il rischio che il Pd vada in crisi, se non si riuscirà a dare risposte a quanti sperano in una candidatura parlamentare che nei fatti non può soddisfare tutti. Poi un invito al presidente della giunta regionale, Marcello Pittella, a non sottovalutare la strada dell’autonomia avviata da Lombardia e Veneto. Vero, abbiamo tante risorse da giocare sul tavolo dell’autonomia e avere potere contrattuale con lo Stato.Ma c’è volontà di farlo?