Pane Igp di Matera protagonista all’Expo di Milano e a Vienna (Austria) in due iniziative promozionali, che non mancheranno di procurare ritorni positivi quanto a immagine e a interesse sulla filiera gastronomica della ”Città dei Sassi”, capitale europea della cultura per il 2019.

Nel capoluogo lombardo il pane Igp di Matera sfilerà, domenica 19 luglio, lungo il grande viale Decumano insieme ai rinomati pani prodotti in Italia e all’estero, dalle forme e lavorazioni con farine diverse. Il nostro lavorato e infornato con semola di grano duro e con un disciplinare nel rispetto della tradizione sarà uno degli emblemi della dieta mediterranea. L’iniziativa promozionale si deve al Dipartimento politiche agricole e forestali della Regione Basilicata in collaborazione con il Consorzio Pane Igp di Matera.

Nel programma della giornata è previsto, in mattinata,  un incontro-dibattito sull’importanza del pane nell’alimentazione. Interverranno  funzionari del Dipartimento regionali, panificatori materani e altre figure del settore. Seguirà la sfilata con cesti di pane preparati dai vari Paesi, che desteranno l’interesse dei visitatori. I panificatori lucani, distinguibili per  una divisa  da fornaio con la scritta Pane di Matera Igp, porteranno le forme di pane in spalla sulle tradizionali assi di legno.

P1160278

Per tutta la giornata, in Piazza Italia, Massimo Cifarelli e Giacinto Mingione del Consorzio Pane di Matera Igp illustreranno tutte le fasi di lavorazione e le materie prime utilizzate per ottenere il prodotto oltreché le sue peculiarità organolettiche. L’area dimostrativa sarà contrassegnata da cartelli triangolari simili a quelli stradali  sui quali sarà apposta la frase “Pane di Matera Igp in corso” .

“Il pane Igp di Matera – ha detto  l’assessore regionale alle Politiche agricole, Luca Braia – rappresenta una delle eccellenze e prodotto simbolo della Città Capitale europea della Cultura 2019, e ciò significa parlare anche di storia ed economia. Matera e il suo territorio è da sempre zona tra le più vocate in Italia al grano duro di qualità. Per questo proprio sul comparto il Dipartimento Politiche agricole intende proporre un importante lavoro promozionale per la filiera della cerealicoltura in Basilicata con la valorizzazione del grano e dei suoi derivati sia in contesti internazionali, come appunto quello di Milano, sia sul piano locale con prossimi eventi sul territorio tesi a portare nei nostri territori i tantissimi visitatori di Expo”.

Da Milano a Vienna lungo l’asse del vecchio impero asburgico, quasi a rinverdire –  ma a tavola- gli antichi fasti del passato- è prevista in questo fine settimana un altro evento promozionale. A informarci è l’architetto Angelo Stagno, che vive da alcuni anni in Austria e protagonista con alterne fortune di ”lodevoli” iniziative per stendere un ponte di collaborazioni tra la Città dei Sassi e Vienna.

Prima l’Università con studi sull’ambiente nelle diverse forme, poi con la passione per la Vespa e i motocarri  ” Ape” e ora per alimentazione. Basta ”sacher” e ”pane di segale” , salsicce e fiumi di birra, ma in tavola i prodotti della cucina materana e lucana.

A Vienna, con il coordinamento fiduciario Francesco Linzalone, la presentazione a “Casa Caria” di Prodotti della catena Slow-food made in Matera & Basilicata. L’esperto Francesco Linzalone  illustrerà e specialità culinarie della nostra terra.

L’ introduzione agli aspetti storico-architettonici della Città di Matera è stata affidata all’architetto Lorenzo Rota e la presentazione della proposta di progetto, al seguito del programma trasmesso nello scorso Aprile dal 1° Canale della Radio Nazionale Austriaca (Ö1 -ORF), de “I giardini di marzo”, per la trasformazione in Orto-giardino della Villa Comunale di Matera come installazione permanente per “Matera 2019″.

La ruota del ”Prater” gira sulle note del ”Bel Danubio blu” in attesa del gradito arrivo di tanti buongustai, studiosi e turisti nella Città dei Sassi, desiderosi di assaggiare pane di Matera e non solo e una filiera di prodotti slow food dal sapore unico.