Come da programma si susseguono a Miglionico (Matera) gli appuntamenti letterari che l’Associazione “Culture in Movimento” ha previsto nell’ambito della rassegna “Contaminazioni letterarie“.

E’ la volta di Elisabetta Pastore il cui romanzo “Non respirare” edito dagli editori Frassinelli sta riscuotendo grande successo soprattutto tra le nuove generazioni e che verrà presentato venerdì 18 agosto .

Veronica, infatti, la protagonista del romanzo, ha trent’anni, e’ del sud e vive a Roma con un ragazzo eroinomane di nome Marco. Pur facendo l’avvocato in uno studio importante della città, di notte Veronica e’ costretta a fare un altro lavoro per mantenere il suo ragazzo che si sta lasciando stritolare dalla morsa sempre più stringente della droga.

Naturalmente in tempo di crisi e di poche opportunità, finisce con il fare la centralinista notturna di una linea hot, e da qui inizia il suo declino, combattuta tra il preservare la sua immagine di stimata avvocato e annientarsi nel tentativo di salvare la persona che ama.

In sostanza una storia di oggi che affronta con crudezza la realtà che ci circonda, che a volte non si vede ma che esiste con tutta la sua forza distruttrice.

Elisabetta Pastore, che nella vita fa realmente l’avvocato e’ pugliese, e questo suo romanzo di esordio fu segnalato nel 2014 dal Premio Calvino.

Del libro l’autrice ne parlerà a Miglionico, nello scenario dell’antico centro storico opportunamente allestito dai ragazzi dell’Associazione “Culture in Movimento”,  grazie anche alla preziosa collaborazione della Libreria dell’Arco di Matera.