Saranno i figuranti bernaldesi a sfilare nello storico corteo della tradizionale festa patronale di San Bernardino.

Lo annuncia, con una punta di orgoglio, attraverso un comunicato stampa, la pro loco di Bernalda.

La sfilata in abiti storici che si svolge come ogni anno il 23 agosto, ripropone l’atmosfera e la storia della Bernalda dalla seconda metà del XV secolo alla seconda metà del XVIII secolo, avrà finalmente dei figuranti del posto.

Una sfilata che si svolgerà in collaborazione con il Comitato festa San Bernardino, l’Amministrazione Comunale e l’Associazione Borgo Camarda.

Un vanto, per l’intera comunità, poter essere parte attiva di un processo di riproposizione storica così importante del paese.

Infatti il corteo del Santo Patrono di Bernalda, che da decenni attira migliaia di visitatori provenienti da ogni parte, non ha mai annoverato, tra i vari gruppi che lo compongono, una sezione di figuranti locali che riproducesse la storia della nostra città.

La Pro Loco ha dunque avvertito già da tempo l’esigenza di colmare questo vuoto offrendo il suo contributo attraverso uno studio che, seppur appassionato e costante, necessita di ulteriori approfondimenti, viste le diverse e spesso contrastanti informazioni provenienti dalle varie fonti consultate. L’impegno profuso finalmente oggi comincia a dare i suoi frutti.

Di seguito il comunicato stampa:

L’ambizioso progetto, che investe l’ambito culturale, storico e religioso, ha inizio nel 2013 quando la Proloco ha ripreso, su suggerimento di alcuni soci, ex componenti della Commissione Storica nata nel 1997, anno del Cinquecentenario della nascita di Bernalda, l’idea di creare un gruppo storico tutto bernaldese.

La Pro Loco ha voluto fortemente riportare nel momento di aggregazione per eccellenza della nostra comunità i tratti caratteristici del patrimonio culturale locale. Gli obiettivi primari sono la salvaguardia, la divulgazione e la promozione della nostra identità culturale, la funzione educativa ed istruttiva per le giovani generazioni, la promozione territoriale, oltre che il risparmio di spesa per l’organizzazione e le ricadute economiche per le attività commerciali ed il settore turistico.

Terminata la fase progettuale, abbiamo provveduto immediatamente ad individuare le personalità che si sono occupate nel corso degli anni della nostra storia locale, al fine di costituire una commissione di esperti in grado di valutare l’attendibilità della nostra proposta e di supportarci nella sua attuazione. Si è dunque costituita la commissione formata dai prof. Franco Carella, Dino D’Angella, Franca Di Giorgio, Nicola Dommarco, Giovanni Oliva, Vittorio Roselli, Pietro Russo, Antonio Salfi, Angelo Tataranno, tutti eminenti studiosi ed esperti del nostro passato.

Il progetto culturale, di durata triennale, curato dalla Pro Loco di Bernalda si completa con un gruppo dei musici e coreografie a cura dell’Associazione Borgo Camarda.                                                                      Abbiamo dunque l’ambizioso fine di riprodurre l’evoluzione degli eventi storici e la successione dei personaggi che ci hanno portato alla storia contemporanea di Bernalda, nel suo passaggio da borgo uscito dal feudalesimo all’acquisizione dello status di Città. I vari avvicendamenti che si sono susseguiti nel corso di circa tre secoli di storia saranno presentati mediante la suddivisione del corteo in sezioni, ciascuna delle quali rappresenterà le grandi personalità della storia della nostra città. Nella prima parte del progetto, la cui attuazione è prevista per questo primo anno, sarà rappresentato Re Federico D’Aragona, originario proprietario del feudo, e il suo fido segretario Berardino De Bernaudo, assegnatario dello stesso. Naturalmente dal punto di vista della ricerca storica sono in corso continui approfondimenti che dureranno per tutto il periodo di realizzazione e sviluppo del progetto.

Sul piano economico è ovvio che la realizzazione comporta una spesa notevole che la Proloco non avrebbe mai potuto affrontare con le sue sole forze. Ed è per questo che abbiamo chiesto il supporto di uno sponsor privato, la Cooperativa sociale Polis, che ha sposato con entusiasmo la causa offrendoci un sostegno economico a dir poco determinante.

Per quanto riguarda lo stemma, elaborato dopo un’ampia discussione ed un attento confronto tra le varie proposte, la realizzazione grafica è stata commissionata al prof. Franco Carella, docente di disegno ed artista. Lo stemma, che ritrae elementi religiosi, storici e architettonici collegati alla nostra città, vuole rappresentare il sunto del nostro patrimonio culturale, sarà il simbolo di questo lavoro e verrà riprodotto sugli stendardi che accompagneranno il nostro gruppo nella sfilata.

Insomma, terminato l’immenso lavoro propedeutico, nell’attesa di veder finalmente realizzato il nostro sogno, vogliamo oggi ringraziare tutti coloro che vi hanno sinora collaborato, in modo particolare: la Cooperativa sociale Polis, l’Amministrazione Comunale, il Comitato Festa San Bernardino, il parroco Don Mariano Crucinio, l’Associazione Borgo Camarda e, naturalmente, tutti soci Proloco che si sono spesi, come sempre, senza tregua.

Ci auguriamo che le enormi energie messe in campo dai componenti della nostra Associazione ottengano il risultato sperato e che il nostro contributo al corteo storico di San Bernardino incontri il favore ed il plauso di tutti.

Invitiamo, infine, tutti i cittadini a dare il proprio contributo alla Festa affinché ogni anno continui a mantenere la propria magnificenza e li esortiamo a proporre la propria candidatura come figuranti del corteo ricordando che il termine è stato prorogato al 31 luglio e che il modulo di iscrizione è disponibile on line sulla pagina Facebook della Proloco di Bernalda o in formato cartaceo presso il bar Tea Room, in Corso Umberto, 163.