Sabato 11 agosto a Montalbano Jonico avrà luogo un evento dedicato alla poesia, organizzato dal collettivo letterario degli Yawpisti, in collaborazione con l’assessorato alla cultura.

Il titolo dell’evento, “A ditt njend poetry slam”, ha le due radici in una tipica affermazione dialettale del territorio.

Si tratta di un poetry slam: uno spettacolo di poesia performativa in cui nove poeti gareggeranno per contendersi la vittoria.

Il poetry slam è una recentissima pratica poetica nata in America negli anni ottanta per coinvolgere le masse verso un tipo di poesia nuova, meno classica e slegata dagli ambienti scolastici.

Le regole del gioco prevedono che il voto venga espresso da una giuria popolare, costituita da cinque membri estratti a sorte tra il pubblico, che sarà chiamata a valutare sia i testi sia la bravura performativa dei poeti, provenienti da tutta Italia.

Gli organizzatori sono due giovanissimi studenti dell’università di Pisa, Marco Gorgoglione ed Eleonora Fisco, ormai affermati nel contesto Toscano e membri attivi della LIPS (Lega italiana poetry slam).

Il nome del loro collettivo, gli Yawpisti, fa riferimento a un famoso verso del poeta americano Walt Whitman (“Risuona il mio barbarico yawp/ sopra i tetti del mondo”) che evoca un grido entusiasta di adesione alla vita.

Con la speranza di poter organizzare in futuro delle gare internazionali di poesia per Matera capitale della cultura 2019, questi ragazzi hanno deciso di iniziare a sensibilizzare il territorio con questo primo poetry slam, che avrà luogo presso il giardino delle mura medievali di Montalbano Jonico, con inizio alle 21.30.

La competizione sarà valida per il campionato nazionale 2018/2019 e ammetterà il vincitore alle prossime gare regionali.