L’Associazione “Culture in Movimento” dal 5 al 17 dicembre ospiterà nei locali della propria sede di Miglionico una mostra di presepi.

La mostra -spiega la presidente Graziana Venturarientra tra le iniziative programmate dalla nostra associazione che, tra l’altro, mette al centro delle proprie attività la promozione delle arti, qualunque sia la forma di espressione proposta. E’ un modo per dare sostegno alla creatività -ha aggiunto- essendo convinti che a volte ci si trova difronte a veri capolavori che sono frutto di una esperienza spesso autodidatta.

La mostra sarà, infatti,  l’occasione per ammirare vere e proprie opere d’arte che non hanno nulla da invidiare alle interpretazioni di arte presepiale più consolidate.

Sarà possibile ammirare i manufatti dell’artista Alessio Di Lillo, un genere davvero inedito che attraverso l’assemblaggio di noccioli di ogni genere riesce a rappresentare una sintesi perfetta tra fede, tradizione e simbolismo creando quei suggestivi paesaggi che accolsero la nascita di Gesù.

Nonchè quelle del materano Gino Congiu (di origini sarde) che,  seppure autodidatta, e’ diventato nel tempo un vero maestro dell’arte presepiale e cartapestaia. I suoi presepi si trovano ormai in centinaia di case ed ogni anno la sua produzione artistica si arricchisce di nuove proposte molto apprezzate dagli estimatori. Una produzione che si inserisce nel filone classico napoletano, seppure arricchita da influssi della tradizione sarda, i cui paesaggi campestri e vecchi mestieri offrono al visitatore spunti di riflessione e meditazione.

I presepi di Gino Congiu -afferma ancora Graziana Ventura- sono frutto di una forte passione artistica che mediante il risultato ottenuto dalla lavorazione di materiali poveri come argilla, sughero e cartapesta, ti conducono quasi per magia nelle ambientazioni della natività”.

Entrambi gli artisti la sera del 17 dicembre, durante il gran gala’ organizzato dall’Associazione riceveranno un attestato di merito e partecipazione.