Gli spazi della Fiera di San Giorgio per rinnovare il 7 aprile gli organismi direttivi e di controllo della Banca Popolare del Mezzogiorno. E da quanto ci descrive Nino Sangerardi le assemblee straordinaria e ordinaria porteranno a cambiamenti di conduzione, forse di linea ed è per questo che i pretendenti affilano le armi per catturare il consenso dei soci. Il paradosso è che da alcuni anni, ormai, non figurano nel cda rappresentanti della Basilicata nonostante la “Popolare’’ porti per competenza territoriale anche questo riferimento. E’ la volta buona che torni questa “visibilità?’’. Forse. Ma dipende dal peso della raccolta.

Banca PPB,il 7 aprile 2017 assemblea straordinaria e ordinaria

di Nino Sangerardi

Dal sito internet della Banca Popolare di Puglia e Basilicata si evince,metà marzo 2017, che ai vertici dell’istituto ci sono due baresi,tre altamurani,un tarantino e un perugino : Leonardo Patroni Griffi presidente e Michele Amenduni consigliere,Pietro Di Leo vicepresidente e Rosa Calderazzi consigliere e Massimo Claudio Loiudice consigliere,Antonello Presta consigliere,Alessandro Maria Piozzi amministratore delegato.
A fine aprile 2015 risultavano membri del consiglio di amministrazione anche Michele Stacca altamurano, Giovanni Colangelo gravinese, Salvatore Nardulli gravinese,Domenico Digiesi gravinese,Benedetto Ceglie tarantino.Inesistente da più anni un amministratore riconducibile alla Basilicata: Matera è stata sede legale della banca sino ad aprile 2015,trasferita ad Altamura.
Il giorno 7 aprile prossimo si terrà a Gravina,presso i padiglioni della Fiera San Giorgio,l’assemblea straordinaria e ordinaria dei soci.
Tra i punti all’ordine del giorno : nomina dei componenti(nove) del consiglio di amministrazione,del collegio sindacale e del collegio dei probiviri,attribuzione della facoltà al consiglio di amministrazione di deliberare l’aumento di capitale fino a 100.000.000 euro,determinazione del sovraprezzo di emissioni di nuove azioni per l’anno 2017,approvazione del Bilancio al 31 dicembre 2016 e destinare l’utile dell’esercizio,pari a 373.184,alla riserva legale nel misura del 10% e alla riserva statutaria l’importo di euro 335.866,fissare a 20 mila euro annui lordi il compenso da riconoscere a ciascun amministratore e in 500 euro “… la medaglia di presenza da corrispondere a ciascun amministratore per la partecipazione a sedute del Consiglio,del Comitato esecutivo e degli altri eventuali comitati consiliari,fissare in 50 mila euro lordi annui l’emolumento in favore del Presidente del Collegio sindacale e in euro 30 mila lordi annui da riconoscere a ciascun Sindaco.
Ogni socio in Assemblea è titolare di un voto,qualunque sia il numero delle azioni a lui intestate.
La nomina degli amministratori avverrà sulla base dei voti di lista. La presentazione di quest’ultima da parte dei soci deve essere sottoscritta da almeno 500 azionisti iscritti al libro Soci da almeno 90 giorni.
Il consiglio di amministrazione può presentare una propria lista. Le liste devono essere depositate nella sede sociale,Altamura, quindici giorni prima della data di convocazione dell’assemblea.
Del Collegio sindacale uscente fanno parte Filippo Tricarico presidente facente funzione,Pasquale Basile,Cosimo Pasquale Latorre, Giancarlo Angelo Piizzi,Vincenzo Tucci mentre il Collegio dei probiviri è composto da Augusto Di Cagno,Domenico D’Introno,Michele Lusso.
La carica di vicedirettore generale vicario è ricoperta da Francesco Paolo Acito,vicedirettore generale Vittorio Sorge.
Banca PPB, il 7 aprile 2017 assemblea straordinaria e ordinaria al voto