La FILT-CGIL di Matera, a fronte del perseverare da parte della ditta Autolinee Nolè delle inadempienze relative alle spettanze mensili dei propri dipendenti (FEBBRAIO, MARZO, APRILE e MAGGIO 2018), per il giorno 25 maggio 2018, ha dichiarato lo sciopero di ventiquattro (24) ore di tutto il personale che si articolerà dalle ore 00,01 alle ore 24,00 nel rispetto delle leggi e dell’accordo aziendale che disciplinano la materia e garantendo i servizi essenziali.

Si tratta dell’ennesima iniziativa di protesta indetta dall’organizzazione sindacale e dai lavoratori per far valere il diritto fondamentale a percepire le spettanti retribuzioni a fronte di un servizio pubblico puntuale e professionale.

Un braccio di ferro nei confronti della ditta Autolinee Nolè, pluri – inadempiente e inaffidabile rispetto ai numerosi impegni presi nei molteplici tavoli prefettizi a cui è stato costretto a partecipare.

Infatti, lo sciopero del 25 maggio 2018, di 24 ore, rappresenta la continuazione dell’iniziativa rivendicativa avviata con le procedure di raffreddamento e conciliazione del 14 marzo 2018 e lo sciopero di quattro ore dell’8 maggio del 2018 nei confronti della ditta Autolinee NOLE’ che, appunto, omette il pagamento delle retribuzioni nei confronti dei propri dipendenti maturate fino ad oggi.

Tutto ciò nel disinteresse totale da parte delle istituzioni preposte ed in particolare della Regione Basilicata e del Co.Tr.A.B. e imprese ad esso associate, che continuano ad essere indifferenti all’annosa e perpetuata assenza del corrispettivo salariale dei lavoratori del servizio del trasporto pubblico.

Una situazione incresciosa che pone i lavoratori in una condizione di vera e propria “gogna salariale” che crea sconforto ed incertezze tra i lavoratori addetti e mantiene in “ostaggio la dignità” le centinaia famiglie che quotidianamente combattono con mutui in scadenza, sostengono spese per gli studi dei propri figli e cercano disperatamente di condurre una vita dignitosa.

L’ennesimo sciopero, quindi, in risposta alla morsa inestricabile in cui si ritrovano i lavoratori determinata dalla fallimentare gestione dei trasporti pubblici della Regione Basilicata incapace di attuare soluzioni adeguate al problema settoriale, del Co.Tr.A.B. che continua nella totale indifferenza e la ditta Autonilee Nolè inadempiente delle prerogative salariali dei propri dipendenti anche per effetto di un piano industriale discutibile e dispersivo.

Infine si precisa che il giorno 25 maggio 2018, la Filt Cgil ed i lavoratori della ditta Autolinee Nolè, a partire dalle ore 10,00, saranno in presidio presso la Prefettura di Matera per rivendicare il diritto alla retribuzione.

LA NOTA UFFICIALE DEL SINDACATO

Oggetto: PROCLAMAZIONE 24 ORE DI SCIOPERO- AUTOLINEE NOLE’.

In data 14 marzo 2018 la Filt-Cgil di Matera avviava la procedura di raffreddamento e conciliazione nei confronti della ditta Autolinee NOLE’, che continua da omettere il pagamento delle retribuzioni relative ai mesi di FEBBRAIO, MARZO, APRILE, MAGGIO 2018 nei confronti dei propri dipendenti.
A seguito dell’esperimento negativo delle dovute procedure, di raffreddamento (in azienda 26.03.2018) e di conciliazione (presso la Prefettura di Matera 10.04.2018), in data 08.05.2018 i lavoratori della ditta Nolè hanno incrociato le braccia per quattro ore.
Le maestranze della ditta NOLE’ svolgono servizio giornaliero di Trasporto Pubblico Locale Regionale e Comunali, oltre a Servizi Sostitutivi per conto di Trenitalia S.p.a. e Busitalia-Raial Service S.r.l.
Continuando a perseverare nell’inadempienza delle spettanze mensili di cui innanzi ai propri dipendenti la ditta Nolè, alle quali si sono aggiunte ulteriori mensilità che dovevano essere onorate entro la prima decade di ogni mese e che ad oggi non è ancora avvenuto, si è costretti a proclamare una successiva azione di sciopero.

Pertanto, la FILT-CGIL di Matera dichiara lo sciopero di ventiquattro (24) ore di tutto il personale delle Autolinee NOLE’, lo stesso, si articolerà dalle ore 00,01 alle ore 24,00 del giorno 25 maggio 2018 nel rispetto delle leggi e dell’accordo aziendale che disciplinano la materia, comunque verranno garantiti i servizi essenziali.

Matera 24 maggio 2018

SEGRETARIO GENERALE FILT CGIL
Giovanni Lo Ponte