L’Associazione Zona Franca Matera insieme a ALTRASSOCIAZIONE delle micro, piccole e medie imprese di Matera e al Comitato ZES LUCANA 2017 ha organizzato per lunedì 26 febbraio 2018, ore 10.00, Sala Garden, via I° Maggio (Zona Paip 1) a Matera un seminario di studi sulla Zona Franca Urbana.

Ad annunciarlo è un comunicato stampa dell’omonima associazione in cui si legge: “Dopo dieci anni di attesa finalmente si realizza a Matera il progetto della Zona Franca Urbana e l’Associazione ZFM di Matera non può che essere soddisfatta per aver contribuito a rigenerare economia e sviluppo nelle aree produttive di Matera.
Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto del 5 giugno 2017 recante le modifiche e integrazioni al decreto del 10 aprile 2013, il Ministero dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha deciso di apportare alcune modifiche per quel che riguarda i contribuenti a cui è applicabile il regime fiscale forfettario, che possono accedere alle agevolazioni di cui al citato decreto, nonché gli elementi utili ai fini della determinazione del reddito prodotto nella ZFU e che svolgono attività nella ZFU, nonché la durata annua di ciascun beneficio. I comuni in cui ricadono le ZFU forniranno informazioni e assistenza ai soggetti interessati ad accedere alle agevolazioni di cui al citato decreto, ma l’Associazione ZFM ha aperto già un info point in Via Giardinelle, 4/6 a Matera (zfu.matera@tim.it) per soddisfare le primarie informazioni per professionisti e imprenditori.”

Ed è proprio “Per chiarire cosa prevede il decreto ed il bando di prossima pubblicazione” che “si terrà a Matera, il secondo in Italia dopo Ventimiglia, l’incontro con gli esperti del MISE e di INVITALIA per spiegare come funziona la ZFU e chi potrà utilizzare il fondo di 6,3 milioni di euro destinato in sgravi fiscali e previdenziali per le aziende ed i professionisti che rientrano nell’area e che parteciperanno ai bandi per ottenere le esenzioni per la Zona Franca Urbana che verrà istituita prima dell’estate. Nello specifico si tratterà di esenzione delle imposte sui redditi, dell’imposta regionale sulle attività produttive, dell’imposta municipale propria, nonché dell’esonero del versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente.”

“L’inquadramento tecnico normativo delle agevolazioni fiscali e contributive –conclude il comunicato stampa– in favore delle micro e piccole imprese localizzate in ZFU sarà presentato dalla Dott.ssa Alessandra De Angelis, Dirigente della Divisione X del Ministero per lo Sviluppo Economico; dalla Dott.ssa Adriana Canini del Ministero per lo Sviluppo Economico; dal Dott. Fabio Pagliarini, Dirigente INVITALIA per la programmazione comunitaria e responsabile ITC per gli aiuti e la PIA.”