Grazie al coraggio e all’intraprendenza di alcuni imprenditori e alla collaborazione e al senso di responsabilità del Sindacato, in Valbasento si stanno ponendo le basi per una ripresa delle attività imprenditoriali e dell’occupazione.”

E’ quanto scrive la CONFAPI di Matera in un comunicato stampa.

“Presso la sede di Confapi Matera –prosegue il documento- si è costituito un tavolo permanente tra la società Greenswitch di Ferrandina, i Sindacati dei Chimici – Filctem Cgil, Uiltec Uil e Femca Cisl – per fare sistema e monitorare lo stato dell’arte dell’investimento dell’azienda che, beneficiaria di un finanziamento regionale cui si aggiungono capitali privati, ha rilevato lo stabilimento della Mythen in Valbasento e avviato un’iniziativa imprenditoriale nel settore della chimica verde per la produzione di prodotti innovativi da risorse rinnovabili orientati al mercato della bioedilizia, della bioarchitettura e del biodesign. Il progetto prevede anche la nascita di un incubatore di imprese innovative – Endurance – nel settore biochimico.

Lo scopo è quello di lavorare in sinergia perché entro il primo trimestre 2018 Greenswitch possa partire col nuovo investimento che comprende l’assunzione della platea storica della ex Mythen. Ad oggi sono state assunte 12 persone a tempo indeterminato e altre 9 seguiranno entro il 31 marzo, di pari passo con gli stati di avanzamento lavori.

Le Organizzazioni Sindacali hanno preso atto con soddisfazione dello stato dell’arte e dei progressi effettuati dal 2 agosto scorso, giorno della conferenza stampa di presentazione del progetto imprenditoriale. Esse, inoltre, hanno dichiarato che il lavoro sinergico tra l’Azienda, l’Associazione e gli stessi Sindacati, è la formula vincente per riattivare lo sviluppo e l’occupazione in Valbasento.

Confapi Matera ha dato atto dell’alto senso di responsabilità dimostrato dal Sindacato, col quale intercorrono ottime relazioni, e ha riconosciuto gli sforzi fatti da Greenswitch nella metamorfosi finanziaria della compagine societaria al fine di superare le criticità legate all’avvio dell’investimento.

Il tavolo si riunirà periodicamente per monitorare lo stato dell’arte dell’iniziativa.”