Un servizio di supporto gratuito per la costituzione di startup innovative, società che hanno per oggetto sociale lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico, è quanto offre da luglio a Matera l’ufficio Assistenza Qualificata Imprese (AQI) della Camera di commercio.

All’ufficio camerale AQI, aperto nella sede di via Lucana n.82 a Matera – tel. 0835.338436 – e che osserva i medesimi orari di apertura al pubblico della Camera di Commercio, possono rivolgersi gli imprenditori che intendono costituire una startup innovativa in forma di Srl.

In seguito alle novità introdotte dal decreto ministeriale del 17 febbraio 2016, queste startup possono essere realizzate utilizzando una procedura semplificata che prevede un modello standard tipizzato per la stipula di atto costitutivo e statuto.

L’ufficio AQI provvede alla predisposizione dell’atto costitutivo e dello statuto, avvalendosi dell’applicazione web realizzata da Infocamere – accessibile dalla piattaforma http://startup.registroimprese.it – che consente di predisporre la documentazione con modalità telematica.

L’assolvimento degli adempimenti amministrativi richiesti, dalla compilazione della modulistica, presentazione delle relative istanze all’Agenzia delle Entrate, fino all’inoltro della richiesta di iscrizione all’Inps e alla trasmissione della domanda di iscrizione all’Albo imprese artigiane e al Registro delle imprese, tutte le fasi della costituzione della startup innovativa sono seguite e guidate dall’ufficio camerale Assistenza Qualificata Imprese.

Con l’apertura dell’ufficio AQIafferma Angelo Tortorelli, presidente della Camera di Commercio di Materal’ente camerale amplia e rafforza l’offerta di servizi alle imprese e agli imprenditori che vogliono misurarsi nel settore dei prodotti e servizi tecnologici. Le startup innovative possono godere di una serie di vantaggi quali agevolazioni fiscali per le pratiche del Registro delle Imprese, gestione societaria flessibile, disciplina particolare nei rapporti di lavoro, facilitazioni burocratiche, equity crowdfunding, non assoggettamento alla procedura di fallimento e altro ancora. Per beneficiare di tali vantaggi – precisa Tortorelli – le startup devono essere iscritte nell’apposita sezione speciale del Registro delle Imprese”.