Ideare, progettare per Matera ”capitale europea della cultura 2019” con la creatività di giovani architetti dell’Università di Basilicata, sotto la guida dei docenti e di sei professionisti che per esperienze e sensibilità diverse potranno dare utili consigli. E si pensa di lavorare a uno spazio culturale nel cuore dei rioni Sassi per contribuire all’animazione territoriale a sostegno di funzioni e attività. Il luogo scelto è ”Porta Pistola” è vedrà protagonisti gli studenti della facoltà di architettura della nostra Università degli Studi con il progetto ” Baumart, variazioni sul tema”, che si avvale della guida sul campo di noti architetti provenienti da esperienze diverse in Italia e all’estero come Marcos Acayaba, Fabrizio Carola, Enric Massip-Bosch, Franz Prati, Mauro Saito e Beniamino Servino. Gli studenti – da quanto si è appreso nel corso della presentazione dell’iniziativa, con il coordinatore di facoltà Antonella Guida e del Dicem Fernando Mirizzi – si cimenteranno in su un’area interessante, che collega i rioni Sassi Caveoso e Barisano. Gli spunti non mancano e attendiamo di leggere e vedere le propostee il prossimo 21 ottobre nel corso di una mostra. Poi toccherà alle Istituzioni ( dal Comune alla Fondazione) trovare il modo di recepire e sostenere questo tipo di contributi e chissà di realizzarli, con risorse aggiuntive on con il contributo di privati. La settimana di lavoro, caratterizzata anche da workshop e letture di architettura, coincide con la proclamazione avvenuta due anni fa di Matera a capitale europea della cultura per il 2019. ”Baumart” è nato da un gruppo di studenti di architettura dell’Unibas per sperimentare nuove forme di progettazione incrociata, attraverso lo scambio di metodi e tecniche utilizzate da importanti firme del mondo dell’architettura. Buone pratiche sul campo, utilzzando fogli e matita mettendo da parte smartphone e tablet che non aiutano la creatività. Per saperne di più http://cinfobaumart.wixsite.com/baumartarchitetti due (2)

architetti due (1)