Due anni fa l’Amministrazione comunale di Tricarico guidata dalla Sindaca Lina Marchisella decise di candidare il proprio Carnevale ai finanziamenti ministeriali che vengono annualmente erogati a sostegno di manifestazioni del calibro di Viareggio, Venezia, Putignano per la loro rilevanza storica.

Fu così presentato un apposito progetto a fronte dello specifico bando “contributi per manifestazioni carnevalesche storiche” reso noto l’8 ottobre 2015 dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Ebbene è giunta ora la notizia dell’inserimento della manifestazione tricaricese tra i 38 riconosciuti meritevoli di finanziamento.  Al di là della entità del contributo (€ 12.875,00), l’aspetto saliente è il riconoscimento del valore storico di questa manifestazione molto radicata nel tessuto cittadino e il suo essere appaiato ad altre manifestazioni carnascialesche blasonate e molto note nel mondo. Il progetto del Carnevale di Tricarico è stato, infatti, classificato al 20° posto nella valutazione della apposita commissione con 64 punti.

Di seguito il comunicato della Sindaca in cui si esprime la soddisfazione per questo risultato raggiunto che da ragione dell’impegno sin qui profuso ed apre a nuove potenzialità del territorio.

Carnevali storici

Grande e viva soddisfazione dell’amministrazione comunale di Tricarico per l’approvazione e finanziamento del progetto candidato ai finanziamenti per “manifestazioni carnevalesche storiche” da parte del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo  presentato dall’amministrazione comunale nel 2015.

E” un riconoscimento nazionale prestigioso di una tradizione culturale, di un bene immateriale che è la rappresentazione di quel mondo contadino ed agropastorale, unico nel suo genere, che narra l’indissolubile e forte legame tra l’uomo, la natura e la religione, il ciclo tra vita, morte e rinascita, il susseguirsi delle stagioni e i riti propiziatori per incantare le forze della natura per garantirsi la fertilità della madre terra attraverso suoni, colori sapori,in un tripudio dei sensi.

Ma è anche il riconoscimento a quella cittadinanza attiva dei Nicola, Benino, Pierino, Saverio, Antonio, Paolo, Ninuccio, Antonio, Pancrazio ecc, all’attività della Proloco di Tricarico ed al contributo di altre associazioni che hanno custodito e conservato il senso di identità collettiva.

Questo riconoscimento è un’ ulteriore leva per l’Amministrazione Comunale su cui lavorare affinchè questo tesoro diventi un’opportunità economica che coinvolga vari settori produttivi oltre al settore ricettivo e della ristorazione, del recupero dell’artigianato oltre al coinvolgimento della scuola nel processo di alternanza scuola-lavoro in altre parole: prodotto,impresa culturale, lavoro con un turismo sostenibile e di qualità.

Ottimo l’impegno delle amministrazioni Comunali di Aliano, Cirigliano, Lavello, San Mauro forte, Satriano ,Teana e Tricarico che hanno definito da tempo e sottoscritto un Protocollo d’Intesa per raccordare la tradizione popolare dei loro carnevali salvaguardando le peculiarità di ognuno, ma con la consapevolezza che l’Insieme è un Unicum culturale , un vero attrattore che è uno dei “volani” per tracciare percorsi culturali e turistici immersi nella straordinarie bellezze naturalistiche ,monumentali, archeologiche, museali dei nostri territori.

E’ il momento di istituire il registro regionale per la maschera tradizionale, uno strumento per sostenere e valorizzare le maschere tradizionali per valorizzare uno dei patrimoni culturali piu’ autentici: maschere antropomorfe e zoomorfe.”

 

Angela Marchisella – Sindaco di Tricarico