…Settembre è tempo di annunciare nenie e novelle natalizie artistiche… nei rioni Sassi, in quella città presepe che continua ad ammaliare tanti visitatori alla ricerca dell’anima delle tradizioni. E Matera, grazie a una valente giovane artista materana, Francesca Cascione, si prepara a ospitare il primo presepe narrato in cartapesta dal tema ”L’alba della Fede”. La esauriente nota che segue parla di cinque scene in cartapesta da allestire nella chiesetta di Sant’Antonio Abate, nel Sasso Barisano. Sarà, ne siamo certi, una delle attrazioni di alto significato artistico e religioso del Natale 2018 fino all’Epifania 2019, nel solco di una tradizione – quella del presepe- simbolo di una cristianità dai valori semplici ma intensi.

TUTTO SUL PRESEPE ”L’ALBA DELLA FEDE”

Dal 1 dicembre e fino all’8 di gennaio, a Matera, si potrà visitare il primo Presepe narrato in Cartapesta: “L’alba della Fede”.

L’opera sarà realizzata dalla giovane artista Francesca Cascione, già nota per la sua collaborazione al Carro Trionfale del 2013 e per la realizzazione del “Santo Sepolcro”, maestosa opera realizzata in ambito della mostra “Le vie della Croce” nell’ex Ospedaletto San Rocco in collaborazione con il Maestro Franco Artese.

L’artista presenterà il Presepe come non si era ancora mai visto nella nostra città. Cinque scene in cartapesta saranno l’anima della Chiesa di Sant’Antonio Abate, nel cuore degli antichi rioni materani. “L’alba della Fede” , appunto, dove la narrazione dei passi biblici illustreranno ogni scena dando loro vita in un contesto fortemente antico e mistico quale quello che emerge dalla bellissima chiesetta .

La comunità è invitata a visitare l’importante ed imponente opera presepiale di Francesca Cascione , ad ascoltarne i suoni, le parole, a sognare ad occhi aperti di ritrovarsi “All’alba della Fede”.

Opera a cura dell’Ass.Culturale “Ars in Civitas”.