Premi alla memoria per l’Heraclea 2017  al cantautore Pino Mango, che tenne l’ultimo concerto a Policoro, e allo studioso di teatro  Gerardo Guerrieri.cDue lucani illustri scomparsi tragicamente, ma che hanno segnato tanta parte della cultura musicale e teatrale del nostro tempo. A Policoro li ricorderanno con omaggi particolari,oltre a targhe e attestati che saranno ritirati dai famigliari. Una canzone e chissà, una scuola di formazione o un teatro che Matera attende,invano, nel solco di una  inconcludenza consolidata  per il 2019 e oltre.

Ma a Policoro si pensa anche ai lucani del nostro tempo, che vivono fuori regione e all’estero e dei quali ci si ricorda con una ritualità consolidata per celebrare quanti ce l’hanno fatta da soli, con la tenacia silenziosa propria dei lucani, senza chiedere nulla a nessuno. Peccato che dopo il premio, l’intervista, il comunicato di attestazione ognuno vada per la propria strada: i lucani illustri che continuano a far fortuna fuori e la Basilicata che continua ad andare alla deriva, con l’emorragia di cervelli, il calo demografico e la perdita di funzioni e del potere contrattuale. Va bene così, per la campagna elettorale? Vada per la passerella?   Domenica 13 a Policoro, a piazza Enotria, sul Lungomare sinistro, la sesta edizione del Premio Heraclea.

Saranno premiati Mario Cospito (diplomatico), Nicola Lerra (compositore musicale), Umberto Montano(imprenditore della ristorazione), Michele Salfi Russo (regista e attore), Gianluca Timpone (consulente tributario) e Aldo Uva (top manager ed economista) .Lo hanno reso noto nel corso di una conferenza stampa in Casa Cava, a Matera, il presidente onorario del Premio, Rocco Brancati,Francesco Caldararo presidente del comitato garanti,il direttore artistico Mario Carlo Garrambone e il sindaco di Policoro Enrico Mascia.

” I premi -hanno detto gli organizzatori- sono un riconoscimento ai tanti lucani che si sono affermati, senza clamore e con tanto impegno, come è nella indole e nel modo di fare della nostra gente dando lustro alla Basilicata”. La manifestazione, organizzata dall’Associazione Lucania Storica – Novitalia, prevede eventi legati al cooking show con l’associazione regionale cuochi, di moda e le esibizioni dei gruppi musicali Rosmy, Ragnatela Folk e di Enzo Avitabile.

Da divertirsi fino a notte. E il giorno dopo la finalissima regionale di Basilicata Miss Italia. Auguri alla reginetta e chissà che quest’anno non tocchi a una bellezza lucana indossare la sfavillante corona e salire la scalinata del successo.

LA NOTA UFFICIALE

Premio Heraclea 2017, la scheda  dell’evento

E’ un omaggio, modesto ma sincero. Il premio Heraclea celebra quest’anno la sua sesta edizione. Vuole testimoniare affetto e stima ad alcuni protagonisti della “lucanità” che in Italia e all’estero danno lustro alla propria terra d’origine. Il lucano non è più invisibile. Ovunque nel mondo ci sono tante eccellenze, in tutti i settori della vita pubblica. La commissione dei garanti ne ha individuato alcuni in Italia e all’estero senza dimenticare chi continua ad operare in Basilicata. Quest’anno, accanto a manager, imprenditori, musicologi, uomini di cinema c’è anche un ambasciatore e ci sono due riconoscimenti “alla memoria”: l’indimenticabile cantautore Pino Mango e il grande studioso di teatro Gerardo Guerrieri. Qual è l’obiettivo del premio Heraclea? E’ il caso di citare Decio Albini che in una lettera a donna Antonia Persico, la moglie di Francesco Saverio Nitti, a proposito della istituzione nel primo Novecento dell’Associazione “Lucana Gens” scrisse: riconosciamo “quanto sia importante ridestare e riunire le sparse forze intellettuali e le energie latenti della nostra Regione, con lo scopo di illustrarne e valorizzare il patrimonio morale, artistico e storico”. L’Heraclea non è però semplicemente un premio alla “lucanità”. E’ un “format” ideato dallo scenografo Mario Carlo Garrambone. Uno spettacolo che armonicamente, attraverso l’esibizione di artisti di livello nazionale, svolge un ruolo di intrattenimento accanto al momento solenne che è squisitamente culturale. E quest’anno tra gli artisti ospiti della manifestazione, condotta da Savino Zaba di Rai1 ci saranno il cabarettista Dino Paradiso, la cantante Rosmy, il gruppo musicale “Ragnatela folk band”, il cantautore Enzo Avitabile con il suo gruppo. Altri momenti importanti il cooking show con l’Unione Regionale Cuochi Lucani “Alla riscoperta della Tradizione…” e la Moda con Giuseppe Fata, Paris haute coutur vision, e gli stilisti Dimigtar Dradi ed Emilio Sasso. Da rilevare che il Premio Heraclea sarà direttamente coinvolto, lunedì 14 agosto, nella finalissima regionale Basilicata di “Miss Italia” in collaborazione con il Gruppo Eventi. Il presidente del Comitato dei Garanti, l’imprenditore ing. Francesco Calderaro con il direttore artistico Mario Carlo Garrambone, il Presidente onorario del Premio Heraclea il giornalista Rocco Brancati, il responsabile delle relazioni esterne Franco Braia e l’Associazione Lucania Storica – Novitalia organizzatrice della manifestazione, nonostante i sempre maggiori problemi finanziari hanno voluto mantenere la qualità dell’evento ai suoi massimi livelli. Un appuntamento che di anno in anno si rinnova con grande partecipazione di pubblico che dimostra sempre di aver gradito questa importante ed unica iniziativa nel panorama dell’”Estate lucana”.