Un tempo imparare (o mandare) a memoria una poesia era una bella prova per rafforzare capacità cognitive, espressive e per stimolare nell’uditorio, in famiglia o a scuola, una curiosità particolare su parole poco usate o su rime ad effetto che tornavano buone e utili in altri contesti, magari per uno sfottò o per il quotidiano alla vena versaiola di alcuni. Era la buona scuola, forse troppo mnemonica, della Prima Repubblica, che dava tanto spazio alla poesia e agli studi dei classici. Oggi quella ”musa” è diventata un po’ una cenerentola dei programmi, infarciti dalla inconcludente filiera dell’alternanza scuola – lavoro e dagli imperativi ” inglese, informativa, innovazione”. Alla libreria 365 di Matera hanno, per fortuna,  un altro approccio, consapevoli che la poesia può essere un gioco da trasmettere con il metodo giusto. E  poi di sabato viene meglio…magari estrapolando qualche verso con l’aiuto di genitori, nonni e zii dalla celebre poesia ” Il sabato del villaggio” di Giacomo Leopardi, con la donzelletta che viene dalla campagna…con rose e viole…e la gallina tornata sulla via… Realtà, fantasia e poesia. Siamo in rima. Al lavoro, piccoli Apprendisti

TUTTO SULL’INCONTRO DI SABATO 17 MARZO

Che cos’è la poesia? Come fare poesia a scuola? Perché è importante fare didattica della poesia?

Un originale percorso – quello scritto e sperimentato dalla docente Angela Malcangi – che conduce a scoprire con leggerezza e curiosità il mondo della poesia. I bambini diventano così “apprendisti poeti” e, come i garzoni di bottega, imparano dal Maestro a utilizzare strumenti e codici del mestiere, entrano nei segreti dei meccanismi che regolano il linguaggio, ne comprendono il funzionamento. Perché la poesia va abitata, anche a scuola.

Livio Sossi

La presentazione di “Apprendisti poeti” sarà occasione di incontro con l’autrice e spazio di confronto per docenti, educatori, appassionati e curiosi dall’”orecchio acerbo”.

Una nuova edizione nel catalogo Secop Edizioni e un manuale arricchito e integrato da altre proposte operative sperimentate nel corso degli anni per avvicinare i bambini all’incanto del “fare poetico”, alle straordinarie potenzialità del linguaggio, alla dimensione ludica e trasgressiva della poesia come giocattolo da smontare e rimontare.

Vi aspettiamo sabato 17 marzo 2018, alle ore 18:30, in libreria.

Ringraziamo Angela Malcangi per aver scelto di condividere con noi il lavoro svolto “sul campo” con i suoi meravigliosi “apprendisti poeti”.

 

NOTE BIOGRAFICHE DELL’AUTRICE

Nata a Corato (BA), comincia giovanissima a insegnare nella scuola dell’infanzia, dove realizza uno dei primi laboratori-biblioteca della regione e il primo centro di documentazione didattica per insegnanti ed educatori. Passata alla scuola primaria, si dedica ad attività di animazione alla lettura, scrittura creativa e didattica della poesia, conseguendo numerosi premi e riconoscimenti tra cui il prestigioso premio di poesia San Pellegrino. Le poesie in concorso sono state poi raccolte in una plaquette dal titolo “La tigre Tatiana tatuata a tre tinte”.

Esperta di teatro d’ombre, ha curato la scrittura, l’allestimento e la regia di molti spettacoli per conto di scuole elementari e medie, vincendo per due volte il festival internazionale teatro-scuola di Altomonte (CS).

Nel 2007 pubblica “… Che sia poesia”, a cui fa seguito “Apprendisti poeti” (2015). Alcune delle attività laboratoriali presenti in quest’ultimo libro sono state inserite nei libri di testo per le classi IV e V della Lisciani editrice, “Leggere insieme” e “Scrivere insieme”, curati dal prof. Livio Sossi e appena pubblicati.  Nell’ottobre 2015 cura, insieme al poeta Franco Arminio, i laboratori di poesia e scrittura “Io sono un poeta e quindi sono un animale” e “A cercar parole”, presentati a Corato durante la prima edizione del festival d’arte e poesia di strada “Verso Sud”. Dal primo dei due laboratori citati nasceranno brevi racconti scritti dai suoi alunni che la casa editrice Rrosé Selavy inserirà nella ristampa aggiornata del libro di Franco Arminio, ” Il topo sognatore e altri animali di paese”.

 

365 Storie

Libreria per bambini e ragazzi

Via San Biagio, 53

75100 Matera