Chi volesse  può  firmare, insieme all’ Onyx Jazz Club di Matera, la petizione popolare per richiedere agevolazioni Siae per le associazioni culturali della Basilicata che si occupano della promozione di giovani musicisti

L’iniziativa dell’associazione è motivata dalla considerazione che “Con la nomina di Matera a Capitale della Cultura per l’anno 2019, e la realizzazione del relativo dossier, dal significativo titolo “Open future”, la città si prepara ad essere il fulcro di numerosi eventi e manifestazioni culturali.”

Ma, inevitabilmente, la loro realizzazione “sconta” un costo imprescindibile ed oneroso: il pagamento dei diritti S.I.A.E. (Società Italiana Autori ed Editori).

Da tempo l’Onyx evidenzia l’esorbitanza di questo “diritto” che incide in maniera rilevante ed a volte sproporzionata sul costo delle manifestazioni, e da tempo chiede la possibilità di accedere a forme di miglior favore che possano essere da stimolo per la produzione culturale dei giovani artisti.

Per questo l’Onyx chiede alle istituzioni, a cui ha indirizzato il suo appello, di farsi portavoce di tale istanza nei confronti dei soggetti deputati (MIBACT, SIAE nazionale), per dare impulso ad una produzione culturale più “accessibile”.

E per rendere tale richiesta più forte l’Onyx chiede a tutti i cittadini materano di firmare la sua petizione per chiedere – per l’appunto- al Comune di Matera e alla Fondazione Matera 2019 di rendersi portavoce di questa richiesta nei confronti della SIAE nazionale

Per firmare è sufficiente accedere al sito www.onyxjazzclub.it o alla pagina Fb onyxjazzclub Matera.

Si può anche firmare presso la sede dell’associazione in via Cavalieri di Vittorio Veneto, 20 – 75100 Matera, oppure, inviando una mail a info@onyxjazzclub.it indicando nome, cognome, città e firma e avente come oggetto: aderisco alla petizione popolare per chiedere agevolazioni Siae a favore di giovani musicisti

Di seguito il testo della la lettera inviata.

Al Sig. Sindaco del
Comune di MATERA
Avv. Raffaello De Ruggieri

Al Presidente della
Fondazione Matera-Basilicata 2019
Prof.ssa Aurelia Sole

al Direttore della
Fondazione Matera-Basilicata 2019
Dott. Paolo Verri

Oggetto: suggerimento per agevolazioni SIAE per promozione giovani talenti lucani

l’Onyx Jazz club di Matera è un’associazione culturale senza fini di lucro, nata nel 1985, con l’intento di promuovere e divulgare a Matera la cultura musicale jazzistica.

Nel corso degli anni, l’Associazione si è imposta non solo sul territorio regionale ma anche su quello nazionale come una delle più interessanti realtà nell’organizzazione di concerti, seminari, stages, conferenze, mostre, eventi realizzati in collaborazione con gli assessorati alla cultura della Regione Basilicata, della Provincia e del Comune di Matera e con l’Azienda di Promozione Turistica della Basilicata.

L’Onyx grazie ad un’attività intensa e partecipata, ha consolidato, negli anni, la sua capacità di organizzare manifestazioni artistiche, attraverso le quali è riuscita a superare il carattere di episodicità che generalmente frammenta la proposta culturale.

L’ampio spettro di azione e la qualità delle proposte dell’associazione ha favorito e stimolato intese e collaborazioni con altre associazioni non solo a carattere regionale (Zétema, Mathesis, La Scaletta, Legambiente, il Girifalco, il Teatro dei Sassi, Non Solo Bianco), ma anche a carattere interregionale (Amici della Musica di Taranto, l’Associazione Meandro di Partinico (PA), l’associazione Thelonious Monk di Campobasso) e nazionale (la Società Italiana per lo Studio della Musica Afroamericana – SISMA, l’Associazione Nazionale Musicisti Jazz (AMJ), l’associazione Siena Jazz e l’ISMEZ, associazione nazionale per lo Sviluppo della Musica nel Mezzogiorno).

Tuttavia, l’attività che da anni caratterizza maggiormente l’associazione Onyx è il Jazz Festival di Basilicata “Gezziamoci”, giunto, nel 2017, alla sua trentesima edizione. Trenta edizioni che hanno portato il Gezziamoci ad occupare uno spazio di rilievo nell’ampio panorama nazionale dei festival e ad ospitare artisti di fama nazionale ed internazionale (solo per citarne alcuni, Steve Lacy, Massimo Urbani, Enrico Rava, Paolo Fresu, Stefano Bollani, Tiziana Ghiglioni, Lee Konitz, Billy Cobham, Ettore Fioravanti, Nicola Arigliano, John Scofield, ecc.).

Con la nomina di Matera a Capitale della cultura per l’anno 2019, avvenuta il 17 ottobre 2014, e la realizzazione del relativo dossier, dal significativo titolo “Open future”, la città si prepara ad essere il fulcro di numerosi eventi e manifestazioni culturali.

Inevitabilmente, però, la loro realizzazione “sconta” un costo imprescindibile: il pagamento dei diritti S.I.A.E. (Società Italiana Autori ed Editori).

Da tempo l’Onyx evidenzia l’esorbitanza di questo “diritto” che incide in maniera rilevante ed a volte sproporzionata sul costo delle manifestazioni, e da tempo chiede la possibilità di accedere a forme di miglior favore che possano essere da stimolo per la produzione culturale tutta.

Alla luce di ciò, anche in vista dell’imminente appuntamento del 2019, si chiede alle istituzioni in indirizzo di rendersi portavoce di tale istanza nei confronti dei soggetti deputati (MIBACT, SIAE nazionale), che possa servire da impulso per una più “accessibile” produzione culturale.

Fiduciosi di un riscontro positivo alla nostra richiesta, inviamo i nostri più cordiali saluti.

Matera, 14 febbraio 2017

Il Presidente
Luigi Esposito