I suoi studi adolescenziali nascono con una formazione tecnica , ma al di là di progetti e planimetrie, lui “i paesaggi”, soprattutto quelli dei Sassi di Matera, li vede con occhi speciali, quelli dell’artista che guarda e fa guardare, che pensa e fa pensare, che ama e fa amare.

Mimmo Taccardi, ( http://wel0z.altervista.org/artista ) artista di lungo corso  ha cominciato a disegnare sin da giovanissimo usando principalmente i colori ad olio per le sue tele.

E’ approdato da pochi anni alla pittura, più geometrica ed instancabile, dei  rioni antichi della sua città. Una pittura più “matura” apparentemente semplice e dalle linee essenziali, per i profani;  espressione alta, frutto di un percorso fatto di tantissimo studio, per gli intenditori .

IMG_2420

In realtà quei tetti, strade, piazzette sempre uguali e sempre diverse, che nei dipinti di Mimmo Taccardi , diventano interpretazioni imprescindibili di una città,  impregnata nel suo passato ma trasudata di futuro, raccontano la sua storia. Una storia  intrisa di amore viscerale per un luogo,  che non si può limitare a chiamare “paesaggio”, essenza di vita, di cultura, di sole, di luce, di stelle e qualche volta anche di neve, che rendono tanto magica quanto emblematica ogni cosa.

IMG_1910

Come la collezione ” Nuova luce per i Sassi” in cui l’artista trasferisce su tela una interpretazione contemporanea del “vicinato” inserendo una simbologia precisa, raffigurata da una chiave, a rappresentare la “proprietà di una città” ed il  variopinto“cucù”, il tipico fischietto portafortuna in terracotta della tradizione materana, accovacciato, come buon auspicio, tra i bianchi rioni, in attesa di spiccare il volo.
E mentre nella pittura “primaria” di Mimmo Taccardi, inconsapevolmente alla ricerca di un proprio stile pittorico,può accadere, di incontrare sguardi, volti dolci di donne, linee sinuose ed occhi espressivi in cui perdersi per ore, nella pittura di oggi, le ombreggiature e le miscelature diventano più stilizzate, più nette, più nitide, rivelando una personale inclinazione per la costruzione e una chiara struttura culturale e morale.

Ma ciò che rimane sempre troppo forte e immediato è il carattere narrativo di ogni sua opera.

IMG_2415

Espressività e comunicatività che vengono percepite appieno nella ricerca della semplicità, nel rifiuto della retorica, nell’incanto del mondo. Questo potrebbe essere il tema della visione della vita e del microcosmo da parte di questo artista che sa parlare e, certamente, riuscirà a farlo sempre di più. Osservando i suoi lavori si avverte un forte impegno cromatico che accompagna la sua azione pittorica. Si avverte una passione senza fine, in una pittura intesa come continua scoperta, come continuo linguaggio del quotidiano, come metafora di un territorio, come gioia dell’esistere, come domande sul futuro; pittura come spunti di riflessione del vivere. Ecco il messaggio che si sprigiona dalle sue opere. Ogni tela è come un giornale, su cui, Mimmo Taccardi, scrive intensi editoriali in cui la simbologia, offre chiavi di lettura, possibili soluzioni, moniti e celate paure.

Acuto e sensibile, il suo stile, conquista per le sue prospettive tradizionali ma innovative.

Innovative come le sue continue sperimentazioni, che lo hanno portato alla collaborazione con la “Gemanco Design” (www.gemancodesign.it) azienda pugliese,  che permette all’artista di esprimere linee, forme, idee, creatività, su carte da parati, mosaici in resina e oggetti di design. Pezzi unici che diventano complementi di arredo di studi professionali, sale ricevimenti,  alberghi stellati e  persino interni di ascensori di ultimissima generazione.

IMG_1909            

Avvalendosi della tecnica mista con acrilici, acquerelli, chine e pastelli e miscelando resine speciali eco compatibili, Mimmo Taccardi, dipinge paesaggi ricchi di straordinaria potenza espressiva, di luminosità,  di saldezza cromatica, di minimalismo contemporaneo. Paesaggi sereni e luminosi che diventano luoghi dell’anima o luoghi magici a seconda della sensibilità di chi li osserva.

IMG_2419    IMG_1911   IMG_2416

Il movimento, la prospettiva, la profondità non sono gli illusionistici effetti di trucchi ottici, bensì il frutto di studi e del talento artistico di un pittore dallo spiccato spirito di osservazione e dall’abile mano dalla decisa stesura.

I colori caldi e decisi, che spaziano dal rosso al verde, dal blu al giallo; i paesaggi sereni e luminosi, anche quelli notturni, che lui dipinge con linee moderne; gli antichi rioni dei Sassi, dipinti con tratti innovativi, diventano l’oggi e il domani tra il bianco candido e i colori variopinti del cuccù, custode e  Caronte di una tradizione, simbolo di speranza e buon auspicio.

IMG_2413IMG_1907  IMG_1906