Una riunione annunciata a Potenza, quella che il presidente della giunta regionale Marcello Pittella presiederà lunedi 15 gennaio per fare il punto – come è precisato nella nota dell’ufficio stampa regionale – su quanto è stato fatto e cosa resta da fare sul piano organizzativo e, aggiungiamo, per il reperimento di risorse. E del resto di questi temi se ne era anche parlato alla fine dello scorso anno a Matera, nel corso di un consiglio comunale ”aperto” che ha risentito delle distanze tra l’assemblea consiliare e la città (è un dato oggettivo e sentito) e la Fondazione ” Matera-Basilicata 2019” . E questo dopo due anni abbondanti di polemiche, immobilismo, che hanno accentuato la perdita di autonomia decisionale di Matera sull’evento -a vantaggio di una regionalizzazione della Fondazione , visto che la Regione ci mette i soldi,e tanti, insieme al Governo che ha nominato per Matera 2019 il coordinatore o facilitatore Salvo Nastasi. All’incontro di Potenza per il Comune di Matera sono stati invitati il sindaco Raffaello De Ruggieri (che nella Fondazione ha delegato Salvatore Adduce) e la giunta. Sarà una riunione operativa e a porte chiuse. A valle sapremo cosa verrà fuori e in maniera ufficiale. Poi sarebbe auspicabile che l’Amministrazione riferisca oltre che alla maggioranza del governissimo anche al Consiglio comunale che attende – come ha auspicato anche lo stesso direttore generale della Fondazione Paolo Verri- di interloquire anche gli altri rappresentanti del consiglio di Amministrazione: i presidenti della Regione Marcello Pittella e della Provincia Francesco De Giacomo. Gli altri – oltre allo stesso Verri e alla presidente Aurelia Sole, che presenziano all’annuale incontro con il consiglio comunale – sono presenti nell’assemblea consiliare nel doppio ruolo di presidente del consiglio comunale e vicepresidente della Fondazione ,come Angelo Tortorelli, o come Salvatore Adduce di delegato del sindaco Raffaele De Ruggieri nelle funzioni di componente dello stesso consiglio di Amministrazione e di consigliere comunale come capogruppo del Pd. Del resto, lo ricordiamo, la Fondazione per Statuto fino al 2022 ha sede a Matera e per motivi organizzativi riunisce il cda anche a Potenza. Al momento ha spazi e organici limitati, in attesa che sia disponibile il Palazzo del Casale. Un piccolo non trascurabile problema insieme a quello del teatro e dell’arrivo di sponsor privati, che al momento non conosciamo. Ma la macchina organizzativa è avviata nonostante affanni, ritardi e con un pizzico di entusiasmo che non guasta. Manca un anno….

Matera2019, lunedì 15 gennaio incontro in regione

Così come annunciato nel corso dell’ultima conferenza stampa, si terrà lunedì 15 gennaio, alle ore 13, nella sala Verrastro del Palazzo della Giunta regionale, a Potenza, una riunione con tutti gli enti coinvolti nel percorso verso il 2019, anno in cui Matera sarà capitale europea della cultura. Nella circostanza si farà il punto su quello che è stato fatto e sulle iniziative da intraprendere.

Alla riunione sono stati invitati il sindaco di Matera e la Giunta comunale, gli assessori regionali, i dirigenti regionali, i dirigenti e il cda della Fondazione Matera-Basilicata2019 e rappresentanti del Governo come Gianpaolo D’Andrea, capo di Gabinetto del ministro per i Beni e le Attività culturali, e Salvo Nastasi, della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Sarà possibile effettuare le riprese all’inizio della riunione. Al termine, presumibilmente intorno alle ore 15, verranno comunicati gli esiti dell’incontro.

 

Matera 2019, per la festa del “Meno Uno” gran finale con Antoine Le Menestrel, Max Casacci e Ninja dei Subsonica

 

La festa del “Meno Uno” che il 19 e 20 gennaio avvia il conto alla rovescia verso l’anno di Matera da Capitale Europea della Cultura si arricchisce di grandi ospiti.

Il 19 gennaio alle 19:19 in Piazza Vittorio Veneto, al termine della costruzione collettiva dell’architettura in cartone ideata dall’artista Olivier Grossetête, il ballerino-arrampicatore Antoine Le Menestrel inizierà la sua scalata della struttura, con l’accompagnamento musicale di Max Casacci e Ninja dei Subsonica, che arrivano a Matera con il progetto Demonology HiFi, dedicando al pubblico un remix dei brani celebri dei Subsonica.

Hanno inoltre registrato il pieno di adesioni i laboratori rivolti a tutti i cittadini e agli abitanti temporanei di Matera chiamati a unirsi insieme alle scolaresche e alle associazioni locali per costruire i “mattoni” di cartone necessari a realizzare la grande architettura. Le attività laboratoriali si svolgeranno dal 15 al 18 gennaio presso la Mediateca provinciale di Matera.

Tutte le iniziative che saranno messe in campo nelle giornate del 19 e 20 gennaio verranno illustrate in dettaglio nel corso della conferenza stampa prevista il 17 gennaio alle ore 10:30 presso la Mediateca Provinciale.

Matera 2019, pubblicati i risultati delle call per l’Open Design School

La Fondazione Matera Basilicata 2019 ha pubblicato sul proprio sito nella sezione Amministrazione trasparente, i risultati delle quattro call per l’avvio di Open Design School, uno dei progetti pilastro di Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

Il team di lavoro selezionato è costituito da collaboratori e professionisti specializzati in diversi campi, con diversi background e nazionalità, per un continuo processo di scambio creativo tra arte, scienza e tecnologia, in cui si impara facendo, prototipando e testando.

I collaboratori selezionati sono tre: due Lab manager, che saranno responsabili di tutti gli aspetti legati ai laboratori di Open Design School, e un Communication e social media expert, che dovrà invece amministrare il blog e gli account social della scuola.

Sono invece 13 i professionisti selezionati – fra architetti, ingegneri, designer, scenografi, artigiani, paesaggisti, fotografi e filmaker – che lavoreranno all’implementazione di due progetti di Open Design School: il laboratorio di mappatura dei luoghi che ospiteranno gli eventi di Matera 2019 e il laboratorio di progettazione e realizzazione del sistema dei palchi ed allestimenti per gli eventi di Matera 2019.

I soggetti selezionati lavoreranno all’interno di un laboratorio di sperimentazione interdisciplinare, una piattaforma orizzontale senza rigide gerarchie, con il compito di progettare e realizzare le infrastrutture di servizio necessarie all’attuazione del programma culturale del 2019 a Matera e in Basilicata (palchi, segnaletica, illuminazione, set, arredo urbano, strutture temporanee).

Le attività di Open Design School si svolgeranno presso la sede di Casino Padula, nel quartiere di Agna Le Piane.