Nella città contrassegnata dalla presenza e dal passaggio di anacoreti, sant’uomini, monaci e comunità religiose giunti nell’habitat rupestre dopo diaspore e persecuzioni l’inaugurazione di due mostre a Matera, il prossimo 2 giugno, come quelle di Cristina Garzone su “Matera in cammino tra fede e cultura” e “Misticismo copto” ha il merito di riannodare i fili con il passato e di guardare al presente e al futuro su dialogo interreligioso e culturale nell’area mediterranea.

L’evento presso l’ex ospedale san Rocco, con la proiezione ”il Cammino della speranza” di Lorenzo De Francesco e la presenza di appassionati e cultori di queste tematiche, rappresenta anche una tappa di avvicinamento alla festa in onore di Maria Santissima della Bruna. La Protettrice di Matera giunta pellegrina alle porte della città….E la storia si riannoda.

LA NOTA DI PRESENTAZIONE DELLE MOSTRE

“La città dei Sassi inaugura le mostre “Matera in cammino tra fede e cultura” e “Misticismo copto” di Cristina Garzone, con la proiezione “Il Cammino della speranza” a cura di Lorenzo De Francesco

Sabato 2 giugno 2018, alle ore 17:00, presso l’Ex Ospedale San Rocco, saranno inaugurate le mostre fotografiche “Matera in cammino tra fede e cultura” e “Misticismo copto”, riconosciute dalla  FIAF e FIAP, della fotografa Cristina Garzone,  Alle ore 20:45 seguirà la proiezione del documentario “Il Cammino della Speranza” di Lorenzo De Francesco.
Curata dalla stessa fotografa e realizzata in collaborazione con l’Associazione Maria SS. Della Bruna, con l’appoggio del Presidente Dott. Mimì Andrisani che ha voluto fortemente l’iniziativa e con la collaborazione della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Basilicata, l’esposizione fotografica approda a Matera, nel periodo di preparazione ai festeggiamenti in onore della Patrona della città dei Sassi.
Di grande forza evocativa e profondità, la raccolta rispecchia a pieno il senso del titolo: “Misticismo: l’esperienza che impegna la vita interiore dell’uomo di fronte a una realtà misteriosa” – dice Carlo Ciappi a proposito della sua opera –  “un senso di religiosità profonda per cui si aspira a una vita totalmente spirituale e mistica.”
L’opera della Garzone, AFI-EFIAP/p- GPU CR3-VIP3, fotografa di fama Internazionale ed esperta reportagista che ha viaggiato da una latitudine ad un’altra, profonda conoscitrice dei comportamenti, delle usanze e delle spiritualità dei popoli che ha incontrato e immortalato, è un insieme di silenzio e riflessione, di colore e lampi di folgorazione, di canti e di interiorità.
Concluderà la serata la proiezione del documentario ideato e realizzato da Lorenzo De Francesco,  direttore del Servizio Audiovisivi della FIAP e responsabile per le relazioni con l’estero del Dipartimento Audiovisivi della FIAF. L’autore guiderà il pubblico in un percorso  di riflessione a tre voci e audiovisivi fotografici ispirato al pensiero di Pierre Teilhard de Chardin. Un cammino forte, intimo, in cui confluiscono tante religioni accomunate tutte dalla unicità della meta a cui aspirano.
La serata sarà condotta dal presentatore di fama internazionale, Tonino Berardelli.
Parteciperanno all’inaugurazione la fotografa Cristina Garzone, il Dott. Mimì Andrisani, il Sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri, il Vice Sindaco di Matera Nicola Trombetta, il Sindaco di Albenga Dott. Giorgio Cangiano, l’Architetto Biagio Lafratta, Sua Eccellenza Don Giuseppe Caiazzo, Don Vincenzo Di Lecce, il Dott. Ivan Focaccia del Circolo Culturale La Scaletta, il Maestro Michelangelo Pentasuglia, il Maestro Peppino Mitarotonda, il Fotoclub Matera, il Maestro Francesco Artese.”

Info: 338 5808558                                                                                     Mariangela Tantone