Musica strumentale ed esecuzioni dal vivo per il prossimo finesettimana a Matera, con i buoni auspici di una estate…fuori stagione che non ci ha ancora abbandonato. E così piazzette annesse ad ambienti ipogei, siti rupestri o di percorsi con antiche edicole votive, nei rioni Sassi di Matera capitale europea della cultura 2019, uniranno idealmente note culturali e musicali per un finesettimana di concerti che coinvolgeranno il 20 e 21 ottobre i giovani del Conservatorio ” E.R Duni” e del liceo musicale ” Tommaso Stigliani ” di Matera nel programma ” Fai musica nei Sassi”. L’evento, promosso dal Fondo ambiente Italia, dal Comune di Matera e dalle Istituzioni musicali territoriali, si svolge in continuità con la campagna nazionale di raccolta fondo del Fai ” Ricordiamoci di salvare l’Italia” e nell’ambito di un progetto di alternanza scuola lavoro che consente di formare quegli ”apprendisti ciceroni” impegnati nelle diverse giornate Fai – e con spirito di volontariato – per le visite ai beni artistici e ambientali della Città dei Sassi e di altri centri del Materano. Gli organizzatori, infatti, hanno scelto quattro siti i tra il centro e gli antichi rioni di tufo che consentiranno di apprezzare alcuni dei luoghi tra i più visitati di Matera come i giardini di Sant’ Agostino (grazie alla disponibilità della Soprintendenza di Basilicata e all’associazione La città di Pietra), che delimitano ambienti ipogei e rupestri gli archi della chiesa del Santo Spirito attigua al ”palombaro lungo ” di piazza VIttorio Veneto, e due piazzette nei recinti 1° e 3° lungo via Fiorentini nel Sasso Barisano. Si comincia alle 18.30 e si concluderà alle 20.30. Gli allievi del Conservatorio delle classi di flauto e jazz si esibiranno in via Fiorentini, quelli del Liceo Musicale in piazza Vittorio Veneto e ne giardini di Sant’Agostino. Quanto al repertorio cittadini e turisti lo scopriranno nel corso delle serate, apprezzando le esibizioni di tanti giovani musicisti locali. Un plauso anticipato, come emerso nel corso della conferenza stampa, dal capodelegazione Fai di Matera Rosalba Demetrio, dall’assessore comunale ai Sassi Paola D’Antonio e dal futuro direttore del Conservatorio Saverio Vizziello che a fine mese riceverà il testimone da Piero Romano. Una buona pratica quella della musica nei luoghi d’arte destinata a continuare e apprezzati da cittadini e turisti, che nelle giornate Fai d’autunno ( 9000 in totale e 5000 solo a Matera) dedicate ai giardini si sono deliziate anche con ottime esecuzioni musicali.