Quando si dice la passione…per uno strumento, la fisarmonica, forse sottovalutato da feste sull’aia e invece è in grado di tirar fuori un vero e proprio concerto. E di conferme ne abbiamo tante sul campo, come accade ormai da otto edizioni a Matera e a Pordenone con il Fadiesis Accordion Festival che quest’anno – oltre alla due città- raggiungerà anche la Slovenia per un un ciclo di concerti, con musicisti delle tre realtà, nel segno di un gemellaggio artistico e culturale, in vista di Matera capitale europea della cultura 2019. Merito delle associazioni fadiesis di Matera e Pordenone, che si terrà nella Città dei Sassi dal 12 al 14 ottobre , dal 19 ottobre al 16 dicembre a Pordenone e in altri centri del Friuli Venezia Giulia, del Veneto e con una tappa a Tolmino (Slovenia) il 20 ottobre. Tra i concerti di rilievo, che si terrannno a Matera, figura la prima esecuzione assoluta del concerto per fisarmonica e archi composto dal maestro Cesare Chiacchiaretta con la Nuova orchestra da Camera ”Ferruccio Busoni” e gli Archi della Fondazione Orchestra Lucana. Il festival proporrà,inoltre, il concerto dei vincitori del concorso internazionale musicale mediterraneo, del più grande interprete del bayan, una tipica fisarmonica cromatica a bottoni dei paesi dell’est europeo, Alexander Hrustevich, e quello conclusivo di domenica 14 ottobre dei Tango Sonos con un vasto repertorio da Johannes Sebastian Bach ad Astor Piazzolla. Il Fadiesis Accordion festival 2018 prevede 16 eventi complessivi: 4 a Matera; 10 in Friuli Venezia Giulia, di cui tre a Pordenone, che continua a essere il “motore” del Festival; 1 in Veneto e 1 in Slovenia. I comuni interessati in Friuli Venezia Giulia sono: Fagagna, Montereale Valcellina (Pn), Pordenone, Pulfero (UD), San Quirino (Pn), Sesto al Reghena (Pn), Trieste. Le altre due tappe sono Valdobbiadene (Tv) e Tolmino (Slovenia). Sarà un festival dai toni gioiosi ma ricchi di concentrazione come è nel clima dei concerti e come hanno evidenziato quanti hanno partecipato alla conferenza stampa in Municipio: l’assessore alla Cultura del Comune di Matera Giampaolo D’Andrea, il referente a Matera dell’Associazione Fadiesis Gennaro Loperfido, il rettore del Santuario di San Francesco di Paola a Matera don David Mannarella, il presidente della Fondazione Orchestra Lucana Franco Lisanti e Michele Saponaro rappresentante del Polo museale regionale della Basilicata. Tanti i dati e gli spunti del festival che muove un turismo di qualità e favorisce relazioni ormai consolidate tra Pordenone e Matera.
IL PROGRAMMA DI MATERA
PROGRAMMA EVENTI FADIESIS ACCORDION FESTIVAL 2018
MATERA 12-14 ottobre 2018
Germinazioni e nuovi orizzonti
Alle soglie di Matera 2019, che segna l’ennesima rinascita della fenice lucana, il Festival coglie i segnali di una promettente primavera dell’accordion, sbocciata in questa parte d’Italia con una fioritura di giovani talenti, alcuni proposti sul nostro palcoscenico e di cui sentiremo sicuramente parlare. Si annuncia così un nuovo corso che spalancherà nuovi linguaggi e sorprendenti magie, come quelle dell’ucraino Alexander Hrustevich, annoverato tra i più grandi bayanisti del mondo.
In questo clima di creatività, spicca una prima esecuzione assoluta: il Concerto per Fadiesis per fisarmonica e archi, composto da Cesare Chiacchiaretta. A interpretarlo la Nuova Orchestra da Camera “Ferruccio Busoni” di Trieste e gli Archi della Fondazione Orchestra Lucana, sotto la direzione di Massimo Belli e con la fisarmonica solista di Gianni Fassetta. L’energia virtuosa che scorre tra Basilicata e Friuli Venezia Giulia, fa scoccare la scintilla di una musica mai sentita prima.
Venerdì 12 ottobre 2018, ore 20.45 / Friday 12th October 2018, 8.45pm
Chiesa San Francesco da Paola – via XX Settembre, 13 Ingresso libero / Free entry
CONCERTO PER FADIESIS
Prima esecuzione assoluta del concerto per fisarmonica e archi composto dal Maestro Cesare Chiacchiaretta
in omaggio al Fadiesis Accordion Festival
NUOVA ORCHESTRA DA CAMERA “FERRUCCIO BUSONI”
ARCHI DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA LUCANA
Massimo Belli, direttore
Gianni Fassetta, fisarmonica solista
Un evento di grande valore affettivo e simbolico per il Festival: un Concerto dedicato all’Associazione Musicale Fadiesis dal Maestro Cesare Chiacchiaretta, compositore e interprete di livello internazionale. Un dono prezioso che regala, al pubblico, il sapore speciale di una duplice sfida: una scrittura rigorosa nella tonalità di Fa diesis minore; un’esecuzione che, per la prima volta nella storia della nostra manifestazione, fa incontrare sul palcoscenico di Matera un’orchestra della Basilicata e una del Friuli Venezia Giulia.
Sabato 13 ottobre 2018, ore 18.00 / Saturday 13th October 2018, 6pm
Palazzo Lanfranchi, Sala Levi – piazzetta Giovanni Pascoli Ingresso libero / Free entry
ACCORDION YOUNG – NUOVO MUSICALE
Concerto dei vincitori del Concorso Internazionale Musicale Mediterraneo 2018
Giuseppe De Nitto, fisarmonica
Tiziano Zanzarella, fisarmonica
La proposta di giovani talenti è ormai una missione del Fadiesis Accordion Festival, con un appuntamento tutto dedicato al “nuovo musicale”. Protagonisti di questa edizione sono due musicisti giovanissimi che, con la votazione massima e lode, sono i vincitori del Concorso Internazionale Musicale Mediterraneo 2018 sezione fisarmonica, a Sannicandro di Bari: il brindisino Giuseppe De Nitto e il molfettano Tiziano Zanzarella, entrambi classe 2001, entrambi motivati da una forte passione per questo strumento.
Sabato 13 ottobre 2018, ore 20.45 / Saturday 13th October 2018, 8.45pm
Auditorium Raffaele Gervasio – piazza del Sedile, 2 Ingresso 8€* / Entry: 8€*
OSPITE INTERNAZIONALE
SULLE ALI DEL BAYAN
Un emozionante viaggio tra i virtuosismi musicali di uno tra i più grandi bayanisti del mondo
Alexander Hrustevich, bayan
Alexander Hrustevich sa togliere il fiato agli ascoltatori fin dalle prime note, con lo straordinario movimento delle dita che volano sui bottoni della sua fisarmonica cromatica, imprimendo una sonorità al tempo stesso forte e limpida. Capace di eseguire con il solo bayan le più complesse trascrizioni di brani concepiti per piano, violino e orchestra, il virtuoso ucraino soprannominato da molti “uomo orchestra”, propone e domina un repertorio ampio, equilibrato, spettacolare, interpretato e perfezionato sui palcoscenici di tutto il mondo con olimpica naturalezza.
* Prevendita: Cartoleria Montemurro – Matera, via delle Beccherie, 69 Tel. +39 0835 333411
Domenica 14 ottobre 2018, ore 19.30 / Sunday 14th October 2018, 7.30 pm
Auditorium Raffaele Gervasio – piazza del Sedile, 2 Ingresso 5€* / Entry: 5€*
DA BACH A PIAZZOLLA
TANGO SONOS
Antonio Ippolito, bandoneón
Nicola Ippolito, pianoforte
Vincenzo Perrone, clarinetto
Eclettici e rigorosi, i fratelli Ippolito coniugano un talento musicale coltivato cum laude in conservatorio, con altre passioni, come testimoniano le lauree di Antonio in Lingue e Letterature Straniere e di Nicola in Fisica. Tra tanti interessi la musica latino-americana ha, tuttavia, preso il sopravvento, portandoli come Duo Tango Sonos a partecipare a concerti e festival in tutto il mondo. A Matera si uniscono in palcoscenico con Vincenzo Perrone, clarinettista, compositore, direttore di coro e di orchestra, artista profondo e poliedrico che ha colpito, per le sue qualità, musicisti del calibro di Carl Melles, Luciano Berio, Ennio Morricone.
I NUMERI DEL FESTIVAL
• Il FAF 2018 conta 16 eventi complessivi: 4 a Matera; 10 in Friuli Venezia Giulia, di cui tre a Pordenone, che continua a essere il “motore” del Festival; 1 in Veneto e 1 in Slovenia. I comuni interessati in Friuli Venezia Giulia sono: Fagagna, Montereale Valcellina (PN), Pordenone, Pulfero (UD), San Quirino (PN), Sesto al Reghena (PN), Trieste. Le altre due tappe sono Valdobbiadene (TV) e Tolmino (SLO).
Come si può desumere dal programma, i luoghi proposti per gli spettacoli sono di straordinaria valenza culturale, artistica e turistica. Sono anche previsti due momenti di degustazione enogastronomica.
Nell’ambito del Festival è replicato tre volte (a Matera, Pordenone, Trieste) il Concerto per Fadiesis, dedicato al Fadiesis Accordion Festival dal Maestro Cesare Chiacchiaretta, compositore e musicista di fama internazionale.
Gli ospiti internazionali del Festival sono Alexander Hrustevich Ucraina); Manuel Šavron e Rok Kleva Ivančić (Slovenia); José Valente (Portogallo).
Il Festival prevede anche sei concerti con presenza d’importanti orchestre e/o cori.
Per la prima volta nella storia del Festival s’incontrano, su entrambi i palcoscenici di Matera e di Pordenone, un’orchestra del Friuli Venezia Giulia (Nuova Orchestra da Camera “Ferruccio Busoni”) e una della Basilicata (Archi della Fondazione Orchestra Lucana). Il progetto “Pordenone incontra Matera” cresce concretamente.
L’immagine chiave del Festival, lasciata “ufficialmente” all’interpretazione del pubblico, rappresenta delle gocce d’acqua, simboli “sorgivi” di “Rinascite”. Dentro una goccia compare l’immagine di una fisarmonica, a significare una nuova stagione dell’accordion. La fisarmonica rinasce, sempre più apprezzata dalle giovani generazione, portando la sua versatilità e ricchezza espressiva in nuovi territori musicali.

IL PENSIERO DEL DIRETTORE ARTISTICO
1848, 1918, 1968… 2018. L’ottava edizione del Fadiesis Accordion Festival capita in un anno che evoca rivoluzioni, rotture, svolte. Da qui l’idea di un programma all’insegna di questo spirito e di una parola che lo riassume: Rinascite. 
Rinascere, in fondo, si sintonizza anche con le motivazioni che da un decennio animano l’attività culturale dell’Associazione Musicale Fadiesis, culminante nei giorni del Festival. Ci riferiamo alle molteplici rotte del nostro progetto di riposizionamento, che intende portare una nuova luce e uno sguardo originale sul mondo della fisarmonica, sia cogliendo e proponendo le evoluzioni dentro grandi filoni di tradizione popolare, sia accompagnando il pubblico in dimensioni inedite di ascolto. In tal senso, il Fadiesis Accordion Festival 2018 si annuncia carico di promesse. Lo testimonia l’energia di una fisarmonica oggi tornata sulla scena, amata e reinterpretata dalle giovani generazioni. Lo testimoniano ospiti internazionali, capaci di virtuosismi attesi, ma anche di sonorità lontane dall’atteso. Lo testimonia l’ingresso del mantice in importanti luoghi sacri: l’Abbazia di Sesto al Reghena e il Duomo Concattedrale di Pordenone. Per chi, come noi, nutre il ricordo crepuscolare di una fisarmonica suonata sotto i tigli durante le sagre, quando questo strumento non poteva ancora varcare le soglie dei conservatori, questo “riscatto” ha il triplice valore della consacrazione, della rinascita, di una “rivoluzione” che finalmente fa superare i confini tra sacro e profano, tra musica colta e musica popolare. Per offrirci, soltanto, Grande Musica.
Benvenuti al Fadiesis Accordion Festival
Gianni Fassetta
Direttore artistico del Fadiesis Accordion Festival